menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladri senza cuore: blitz in canonica e fanno sparire le offerte dei fedeli

Il colpo, dal bottino di circa 500 euro, è stato scoperto solo mercoledì sera nella parrocchia di Castello di Brussa. Porta e cassetto forzati

Forzano la porta con ogni probabilità con un piede di porco e una volta all'interno rubano le offerte dei fedeli. Furto molto fastidioso nella canonica della chiesa Regina Pacis di Castello di Brussa, nel territorio di Caorle. Sulla strada Villaviera. Non tanto per l'ammontare del bottino, comunque abbastanza ingente, quanto per il fatto che a sparire sono stati i soldi che sarebbero serviti alle necessità della parrocchia. Contanti di cui c'è sempre bisogno.

Ad accorgersi del furto il sacrestano, che verso le 19 di mercoledì ha avvertito il parroco don Roberto Battel: "Il furto potrebbe essere stato perpetrato anche qualche giorno prima - spiega - era da lunedì che io e il mio sacrestano non ci recavamo in quella canonica". Di fatto si tratta di un edificio relativamente isolato, in cui i malintenzionati hanno intuito che avrebbero avuto tutto il tempo di fare i loro comodi. Dopo aver divelto i cardini della porta d'ingresso, dunque, gli intrusi hanno rovistato dappertutto. Forzando poi un cassetto con all'interno circa 500 euro in contanti. I soldi donati dai fedeli alla parrocchia per le opere di bene. Stavolta invece di andare ai bisognosi sono finiti nelle tasche di ladri che certo non hanno avuto ritegno nel colpire uno dei punti di riferimento della collettività.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento