rotate-mobile
Cronaca San Donà di Piave / Via Argine Destro Piave

Il professionista delle cassaforti beffato dai ladri, furto a San Donà

L'artigiano esperto di sicurezza vittima degli scassinatori. Martedì notte il colpo nel suo capannone gli ha causato danni per circa diecimila euro

Oltre al danno la beffa. Il proverbio potrebbe calzare a pennello dopo l'ennesimo furto perpetrato l'altra notte a San Donà di Piave. Lui, la vittima, è l'artigiano conosciuto in tutto il Veneziano come l'esperto della casseforti. Le chiusure di sicurezza non hanno segreti per lui. Un vero maestro dello "scasso" legalizzato. Peccato però che sia finito nelle mire di alcuni furfanti, che nelle sue casseforti credevano di trovare chissà cosa. Nulla, appunto. Così, come riporta la Nuova Venezia, se ne sono andati rubandogli gli attrezzi del mestiere: grimaldelli, chiavi speciali, trapani, fiamme ossidriche e quant'altro gli servisse per portare avanti il suo lavoro ogni giorno.

Il colpo è avvenuto martedì notte, nei capannoni di via Argine destro. Il bottino ammonterebbe a circa 10mila euro. L'allarme ha fatto il suo dovere ma all'arrivo sul posto il padrone si è trovato di fronte al caos. E' già partita dunque la caccia ai ladri, che potrebbero usare gli strumenti da professionista nel modo a loro più congeniale: seminare ancora il panico con furti e rapine.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il professionista delle cassaforti beffato dai ladri, furto a San Donà

VeneziaToday è in caricamento