Cronaca Caorle / Rio Terrà delle Botteghe

Entrano per chiedere informazioni Svuotano la gioielleria di Caorle

Colpo da 30mila euro domenica pomeriggio: una coppia di uomini ha distratto il negoziante guardando la vetrina, un complice ha fatto razzia

Una scusa banale, un colpo studiato a tavolino, un bottino davvero ingente. La bande delle oreficerie colpisce anche a Caorle, un gruppo di malviventi hanno distratto il negoziante chiedendo delle informazioni per poi svuotare la gioielleria scappando con una refurtiva dal almeno 30mila euro. Come riporta Il Gazzettino, l’attività svaligiata è il negozio “Rigon” di Rio Terrà delle Botteghe, in centro a Caorle. Molto probabilmente i ladri sono gli stessi che hanno colpito con modalità analoghe nei giorni scorsi anche a Bibione.

Domenica attorno alle 17.30 due uomini sulla quarantina, apparentemente di nazionalità italiana, sono entrati in negozio chiedendo di vedere dei gioielli, per poi chiedere informazioni sulla merce esposta in vetrina. Ma è proprio in quel momento che è entrato in scena il terzo complice: mentre la coppia stava guardando la vetrina dall’esterno facendosi consigliare dal negoziante, lui è entrato dentro e ha puntato dritto al banco. Una vetrina era rimasta aperta, il malvivente ha svuotato in un grande sacco tutto ciò che ha trovato. E poi si è allontanato come nulla fosse.

Anche gli altri due complici hanno gentilmente salutato e se ne sono andati a piedi per il centro. Solo dopo esser rientrato in gioielleria il negoziante ha trovato l’amarissima sorpresa: è corso di nuovo in strada ma ovviamente la banda si era già dileguata. I ladri si sono portati via bracciali e collane, i filmati delle telecamere di videosorveglianza hanno confermato il tutto e ora saranno studiati dai carabinieri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entrano per chiedere informazioni Svuotano la gioielleria di Caorle

VeneziaToday è in caricamento