Ubriaca, commette un furto e scappa: fermata dopo un inseguimento a folle velocità

La protagonista è una donna di 41 anni che è stata arrestata domenica pomeriggio

Dopo aver prelevato la merce dagli scaffali è uscita senza pagare e si è messa al volante, nonostante fosse ubriaca. E' scappata dalla polizia, dando vita a un inseguimento a folle velocità. La fuga di una 41enne si è conclusa con l'arresto, quando una volante è riuscita a sbarrarle la strada. 

La fuga

La donna domenica, intorno alle 17.30, è uscita dal negozio Sephora al centro commerciale Nave de Vero di Marghera senza pagare della merce. Un addetto alla sicurezza ha guidato gli agenti alla sua auto, una Smart, ma la donna nel frattempo ha messo in moto ed è partita. Da qui è nato un inseguimento durante il quale la 41enne ha compiuto manovre pericolose infrazioni mettendo a serio rischio la circolazione stradale, addirittura passando con il semaforo rosso e percorrendo in senso contrario di marcia numerose strade, tra cui Via Manzoni.

L'arresto

Durante la fuga, sotto l’effetto di sostanze alcoliche, ha più volte inveito contro gli agenti fino a quando, dopo aver percorso in modo pericoloso diverse strade di Marghera, guadagnato la Romea ed essere giunta fino ad Oriago, è stata costretta a fermare la folle corsa in quanto una volante era riuscita a sbarrarle la strada. Gli agenti sono riusciti ad ammanettare la donna e a portarla in questura dove, a seguito di perquisizione, è stata ritrovata la refurtiva all’interno della sua borsa. Lunedì mattina il giudice ha convalidato l'arresto e rinviato il processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Violento scontro fra furgone e trebbiatrice sulla Triestina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento