Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Rubano l'iPad al pediatra che visita la figlia, scoperti in sole tre ore

I sistemi interni di geolocalizzazione del tablet hanno reso difficile la vita dei ladri, che sono stati individuati dal 112 in pochissimo tempo

Erano andati in ospedale per far visitare la loro bambina, ma l'occasione, si sa, fa l'uomo ladro, a volte persino all'interno di uno studio medico, e così la coppia di Portogruaro ha finito per cedere alla tentazione e, mentre il pediatra si occupava della piccola, i genitori gli rubavano il tablet. Peccato che, come racconta il Gazzettino, grazie ai gps interni del device il furto sia durato pochissimo: i carabinieri hanno infatti impiegato appena tre ore a rintracciare refurtiva e responsabili.

IN POCHI ISTANTI – La coppia, lui 26 anni, di origini albanesi, lei 20, di Portogruaro, martedì aveva portato all'ospedale la figlia in cerca di cure; la bimba era stata trasferita dal pronto soccorso al reparto di Pediatria e proprio lì, durante la visita del medico, sarebbe avvenuto il furto: mentre il dottore visitava la piccola, infatti, i genitori hanno notato un iPad appoggiato in ambulatorio e, senza pensarci due volte, l'hanno fatto sparire. Al termine della visita la famiglia ha lasciato l'ospedale come se niente fosse, ringraziando e salutando, ma non ci è voluto molto perché il medico si rendesse conto di non avere più il suo tablet. È scattata subito la segnalazione al 112 e i carabinieri hanno fatto partire in pochi minuti una verifica attraverso il sistema di geo-localizzazione dello smart-device; individuato l'iPad, la procura di Pordenone ha immediatamente acconsentito alla perquisizione nella casa indicata dal satellite e, una volta dentro, i militari dell'Arma hanno subito individuato la tavoletta elettronica e i due genitori manolesta. L'iPad è tornato dal suo proprietario in meno di tre ore, mentre per la sorte dei ladri deciderà il magistrato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano l'iPad al pediatra che visita la figlia, scoperti in sole tre ore

VeneziaToday è in caricamento