menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Era il punto di riferimento per la banda dei motori marini in trasferta, arrestato

N.C., 27enne di nazionalità moldava e romena, è finito in manette a Eraclea per associazione a delinquere al termine di un'operazione partita dai carabinieri della compagnia di Verbania

Era il punto di riferimento logistico per la banda specializzata in furti di motori marini sgominata qualche giorno fa dai carabinieri di Verbania. N.C., 27enne di nazionalità moldava e romena, coordinava i colpi e si occupava del prima e del dopo.

In modo da fornire alla banda gli appoggi giusti per continuare a far razzia di propulsori e ricettarli in un secondo momento in Ucraina. La batteria, organizzata in maniera precisa, con alcune persone preposte ai furti e altre alla rivendita del materiale trafugato, era entrata in azione a Caorle e nei dintorni in due diverse occasioni. A poca distanza l'una dall'altra. A fine maggio e a inizio giugno 2012.

In entrambi i casi poi la refurtiva è stata completamente recuperata dai militari della stazione locale, che sono riusciti a sequestrare il maltolto stoccato in alcune zone limitrofe. Grazie alla collaborazione tra gli inquirenti piemontesi e veneziani, i militari sono riusciti a sapere il giorno in cui N.C. avrebbe fatto ritorno nell'abitazione di Eraclea che condivideva con la moglie. All'alba lo hanno svegliato e ammanettato. Il 27enne dovrà rispondere di associazione a delinquere e furto aggravato e continuato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento