Cronaca Marghera

Responsabile sicurezza della "Nave de Vero" derubato della pistola

Un 52enne giovedì sera aveva lasciato la Beretta nella sua Fiat Punto dopo aver raggiunto un B&B di Marghera. Portiera forzata e arma sparita

Passa tutta la giornata al centro commerciale "Nave de Vero" come responsabile della sicurezza. Non una giornata qualsiasi, bensì quella dell'inaugurazione. Giovedì scorso. Evidentemente qualche malintenzionato deve aver adocchiato la sua Beretta semiautomatica, e, soprattutto, come riporta La Nuova Venezia, deve essersi accorto che quel maresciallo dei carabinieri in pensione di 52 anni residente a Caserta una volta tornato al bed and breakfast dove alloggiava a Marghera, aveva lasciato l'arma nella propria Fiat Punto.

Un colpo di pochi secondi: la portiera è stata quindi forzata dal ladro e la pistola è stata trafugata. Assieme al porto d'armi dell'uomo, un documento fondamentale naturalmente per poter lavorare. Un soggiorno sfortunato per l'ex militare, che si trovava, stando a quanto riferito agli agenti del commissariato di via Cosenz, da qualche settimana in laguna per organizzare la macchina della sicurezza del nuovo iper "NAve  de Vero".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Responsabile sicurezza della "Nave de Vero" derubato della pistola

VeneziaToday è in caricamento