Furti di profumi nei negozi dell'aeroporto, ladri scoperti con merce per 8500 euro

Operazione della polizia di frontiera al Marco Polo di Tessera

Rubavano costosi profumi per poi rivenderli, ma sono stati bloccati dal personale della polizia di frontiera in servizio all'aeroporto di Venezia. Gli accertamenti sono iniziati a partire da un piccolo furto scoperto nella zona partenze del Marco Polo: un uomo lituano, assieme ad un complice, è stato trovato con delle confezioni di profumo Chanel nascoste nello zaino, merce che aveva asportato poco prima da uno dei negozi dell'aeroporto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Visionando le registrazioni delle telecamere gli investigatori hanno ricostruito i loro movimenti, scoprendo che i due alloggiavano in un albergo della zona. Così hanno perquisito la stanza, trovandovi altre 64 confezioni sigillate di profumi (anche questi marchio Chanel, per un valore commerciale di oltre 8.500 euro), tutti risultati rubati nello stesso negozio. Uno dei due ladri, inoltre, disponeva di una patente e una carta di identità tedesche contraffatte. I due devono rispondere dei reati di furto e riciclaggio, oltre che del possesso di documenti falsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Forte maltempo, possibili rovesci con grandine

Torna su
VeneziaToday è in caricamento