Predoni in azione nel cimitero di Cinto Caomaggiore, rubati cento chili di rame

Il maxi furto nella notte tra sabato e domenica: i ladri hanno portato via l'oro rosso dopo averlo prelevato in particolare da una tomba. Provvidenziale l'intervento della protezione civile che ha impedito alla struttura di riempirsi di acqua, allagando anche i loculi sottostanti

"Colpo grosso" dei ladri nel cimitero di Cinto Caomaggiore: i malviventi sono riusciti a portare via cento chili di rame. Il furto è avvenuto nella notte tra sabato e domenica nel camposanto del comune del Veneziano.

IL MAXI FURTO. I predoni, agendo con il favore della notte, sono riusciti a sradicare l'oro rosso dalle tombe del cimitero, in particolare da una struttura posta all'interno. Un maxi bottino che i malviventi sono riusciti ad occultare probabilmente con l'aiuto di un camion. Un furto certamente premeditato da tempo che non si è aggravato solo grazie all'aiuto dei volontari, come sottolinea il sindaco Gianluca Falcomer: "Solamente il pronto intervento della protezione civile ha permesso di sigillare il tetto già entro le ore 12:30 di domenica evitando che lo scroscio, che di lì a poco è scaturito, riempisse il solaio di acqua piovana e si potessero arrecare danni ai loculi sottostanti". Sul caso stanno indagando i carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento