rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Marcon

Caccia all'oro rosso: in due giorni 5 arresti e 400 chili di rame recuperato

I carabinieri in tre distine operazioni hanno colto in flagrante i malviventi mentre prendevano di mira i depositi abbandonati di tre aziende. Due a Marcon e una a Marghera

Cinque arresti e quattrocento chili di rame sequestrati. A tanto ammonta il bottino accumulato dai carabinieri della compagnia di Mestre nelle ultime quarantott'ore in tre distinti interventi. Prese di mira dai malviventi due aziende di Marcon e una di Marghera.

Nella serata di giovedì i militari hanno sorpreso tre nomadi mentre stavano trafugando alcune parti di macchinari dell'azienda Star Glass depositati in un magazzino di via del Vetro a Marcon. Condotti in caserma, i tre sono poi stati dichiarati in stato di arresto e condotti in carcere a Venezia.

Nel tardo pomeriggio di ieri, invece, sempre i carabinieri di Marcon hanno arrestato due italiani di Quarto d’Altino mentre stavano asportando alcuni cavi di rame dal deposito dell’ex ditta di smaltimento rifiuti speciali “Nuova Esa” di via della Fornace. Attualmente l'impresa è in stato di liquidazione fallimentare.

A seguito degli accertamenti, comprensivi delle successive perquisizioni nelle abitazioni dei due, è stato recuperato altro materiale “da lavoro” utilizzato per il prelievo e la lavorazione dei cavi (guanti, pinze, tenaglie, vari cacciaviti), nonché altro rame, pronto per la vendita. Anche per loro si è profilato il carcere di Santa Maria Maggiore.


A Marghera, infine, a seguito della segnalazione di un furto di matasse di rame, circa 300 chilogrammi complessivi, da una ditta del posto, i carabinieri sono riusciti a rinvenire e recuperare il materiale asportato, restituito al legittimo proprietario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia all'oro rosso: in due giorni 5 arresti e 400 chili di rame recuperato

VeneziaToday è in caricamento