menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi furto di scarpe alla Kallistè di Fossò, banditi in fuga con 200mila euro di scarpe

È successo nella notte tra giovedì e venerdì. I ladri hanno segato le inferriate in metallo, ed una volta dentro hanno eluso le telecamere. Il bottino parla di 500 paia di calzature

Hanno eluso le telecamete di videosorveglianza, passando per le zone d'ombra. Quasi conoscessero il sistema di sicurezza. Come riporta il Gazzettino, è stato un colpo gobbo quello al calzaturificio Kallistè di via Roverelli a Fossò, azienda che si occupa di produrre scarpe di pregio, che già nel 2014 aveva subito un maxi furto da 100mila euro. Ma in questa circostanza, i predoni hanno voluto fare le cose ancora più in grande.

Anziché fare un buco sul muro come nella precedente circostanza, i banditi hanno prima rotto un grosso finestrone a diversi metri di altezza, poi si sono "arrampicati" con una lunga scala a pioli, prima di segare le inferriate e fare irruzione nella fabbrica. Una volta dentro, con maestria hanno evitato gli "occhi elettronici", portando all'esterno circa 500 paia di scarpe, per un valore complessivo di 200mila euro. Pareva quasi conoscessero come le proprie tasche gli interni e il sistema di sorveglianza.

Anche tre anni fa i ladri avevano dimostrato di conoscere la posizione delle telecamere, come nell'ultimo episodio. Sul caso stanno indagando i carabinieri di Vigonovo, alla ricerca di elementi utili per poter risalire ai colpevoli. Anche se senza l'ausilio delle immagini a circuito chiuso, l'impresa sarà più ardua del previsto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento