menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ha cercato di rubare un trattore e attrezzi di lavoro, 33enne arrestato

L'uomo è entrato tra i capannoni di un'azienda di Salzano in piena notte e stava per portarsi via tutto, ma è stato sorpreso dai carabinieri del luogo

Aveva tentato di introdursi nei capannoni di un'azienda di Salzano, ma è stato bloccato dai carabinieri con le mani nel sacco. In piena notte i militari del nucleo operativo e radiomobile hanno infatti tratto in arresto per furto aggravato un 33enne cittadino romeno, sorpreso in flagranza di reato.

COLPO GROSSO - Il ladro, dopo aver individuato un’azienda attiva nel settore della logistica, situata in piena zona industriale di Salzano, si è introdotto all’interno del piazzale della ditta, forzando cancello e portoni, e ha rubato un trattore stradale di marca Volvo utilizzato per trasportare varie merci, unitamente ad altro materiale da lavoro, da poter riutilizzare o piazzare nello specifico mercato. I traffici dell’uomo sono stati però notati dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile, impegnati in servizio di rinforzo nel territorio di Noale e Salzano, nell’ambito del giro preventivo presso la zona industriale; i militari hanno chiesto i rinforzi alla centrale operativa, per poter accerchiare la zona, ma, nell’impossibilità di attendere hanno poi deciso di intervenire, sorprendendo il ladro con metà merce da caricare sul mezzo pesante, posta a terra in attesa di essere stipati. Per lo straniero non c’è stato nemmeno il tempo di reagire – vistosi sorpreso con le proverbiali “mani nella marmellata” – mentre un secondo soggetto che era con lui – probabilmente fungeva anche da palo – è riuscito ad allontanarsi per i campi e a fare perdere le sue tracce, nonostante le successive operazioni di ricerca, proseguite per tutta la notte.

IN MANETTE - Dopo le attività sul posto, con l’intervento del proprietario della ditta – che hanno permesso di rinvenire, oltre agli oggetti in uso per lo smontaggio dei manufatti, numerosi arnesi da scasso, custoditi in una apposita cassetta, utili per perpetrare effrazioni e manomissioni – il soggetto è stato condotto in caserma a Mestre e, al termine delle operazioni, dichiarato in arresto per furto, con successiva sottoposizione a misura cautelare, a disposizione dell’autorità giudiziaria procedente. I servizi di contrasto allo specifico settore, così, come, in generale, alle manifestazioni di microcriminalità, proseguiranno nei prossimi giorni su tutto il comprensorio di giurisdizione, anche con specifici e mirati servizi di rinforzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento