Rubano il trattore all'oasi, fuggono per i binari: rischiano il disastro

I predoni sono entrati nelle cave Lipu a Gaggio di Marcon nella notte di mercoledì: sembra che abbiano girato a lungo prima di decidere la via di fuga

Un'incursione notturna tutt'altro che circospetta: i malviventi che si sono addentrati nell'oasi Lipu di Gaggio nella notte tra mercoledì e giovedì devono aver passato sul posto molto tempo, cercando a lungo una via d'uscita e facendo grossi danni, alla fine, quando l'hanno trovata in direzione della ferrovia. Senza contare i rischi corsi, in un tratto in cui i treni transitano a forti velocità. Come riporta la stampa locale, il personale volontario dell’oasi ci ha messo un po', il giorno dopo, per ricostruire la esatta sequenza dei fatti.

I ladri sono entrati nell'area spezzando i lucchetti di un cancello secondario, nei pressi di via Matteotti. Si sono poi diretti al deposito degli attrezzi, decidendo di concentrarsi su un piccolo trattore ed un motocarro lì parcheggiati, mezzi utilizzati dall'associazione che gestisce l'oasi per i lavori di manutenzione. Dopo aver recuperato alcuni attrezzi e taniche di carburante, infatti, hanno cercato di manomettere l’impianto di accensione dell’Apecar, senza riuscirci. A quel punto hanno ripiegato sul trattore, l'hanno messo in moto e sono partiti verso l'uscita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solo che evidentemente i predoni non avevano le idee chiare: pare che abbiano girovagato a lungo per l'area, alla ricerca di una via di uscita che non li facesse notare: finché, finalmente, hanno stabilito di fuggire attraverso la linea ferroviaria. Hanno abbattuto la recinzione in calcestruzzo in corrispondenza dei binari, poi con delle piastre di cemento sono riusciti a scavalcare le rotaie. Si può ipotizzare il rischio che hanno corso durante la lunga operazione: se fosse sopraggiunto un treno a tutta velocità sarebbe stato un disastro. La Lipu ha presentato una denuncia ai carabinieri e informato Trenitalia e Polfer. Il danno complessivo si aggirerebbe sui diecimila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia: «Vicenda di Jesolo inconcepibile, certe aggregazioni sono un danno sanitario»

  • Polemiche su tre consiglieri leghisti per la richiesta del bonus Inps da 600 euro

  • Chiusura del raccordo da Venezia verso la tangenziale di Mestre

  • Noale in lutto, è morto a 29 anni il consigliere comunale Damiano Caravello

  • Noto albergatore di Jesolo muore in un incidente stradale

  • Morto un uomo in spiaggia a Jesolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento