Vibratori-opera d'arte rubati alla Biennale: "Telecamere al vaglio, ipotesi ladro interno"

Il furto risale alla notte tra il 31 ottobre e l'1 novembre. Il ladro si è impossessato anche di alcune piccole opere di Jeff Koons, nonché di chiavette usb, ipad e ipod. "Furto anomalo"

Palazzo Mora, teatro del furto

Una razzia se non misteriosa per lo meno insolita. Continuano le indagini del nucleo Tutela patrimonio culturale dei carabinieri di Venezia per chiudere il cerchio intorno alla sparizione da Palazzo Mora di due opere del noto artista "pop" Jeff Koons, ex marito dell'ex pornostar "Cicciolina", nonché 3 vibratori dell'installazione a tema sessuale dell'artista di origini venezuelane Nina Dotti. Si tratta di un furto definito dalle stesse forze dell'ordine "anomalo", sia per l'entità della refurtiva, oltre a opere di valore non eccelso, anche chiavette usb, iPod e iPad, sia per le modalità del "colpo": nessuna effrazione a portoni o finestre è infatti stata ravvisata dai militari. Il valore totale del bottino, più per il materiale tecnologico che altro, è di circa 35mila euro.

"Possibile furto interno, indagini in corso"

Nessuna pista è tralasciata dalle forze dell'ordine, ma l'ipotesi che si possa trattare di un furto interno è ancora sul piatto. O quantomeno il "topo da museo" doveva avere accesso alla sede museale. Esclusa sin dal principio, invece, l'ipotesi del furto su commissione, dal momento che nessuna opera di assoluto valore è stata trafugata. In ogni caso al momento dell'arrivo la mattina successiva al furto degli inservienti, sono state trovate le finestre del primo piano aperte. E' possibile che quindi gli incursori siano entrati da lì, ma anche il portone di ingresso non presenta segni di scasso.

Telecamere al vaglio

La speranza dei militari dell'Arma è quella di poter trarre indizi utili alle indagini dalle immagini di videosorveglianza della telecamera posta poco distante dall'ingresso della sede museale. L'occhio elettronico non sarebbe installato in posizione ideale, ma non è da escludere che l'autore del furto non sia transitato, inconsapevolmente, all'interno del suo raggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento