menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi furto su commissione di viti di Prosecco, un 32enne di Dolo nei guai

Due 24enni del Trevigiano avevano sradicato in due vigneti di Pagnano d'Asolo e Monfumo, oltre 1600 "barbatelli". Valore del bottino 10mila euro. Poi i colpevoli sono stati scoperti

ASOLO Avevano rubato in due vigneti di Pagnano d'Asolo e Monfumo, oltre 1600 “barbatelli”, ovvero viti di vino prosecco glera che poi avevano venduto ad un'azienda vitivinicola del Padovano attraverso la mediazione di un 32enne di Dolo che aveva commissionato il furto. A finire nei guai un 24enne di San Zenone degli Ezzelini e un 24enne di Asolo che sono stati entrambi denunciati dai carabinieri per furto aggravato in concorso. 

Segnalato alla Procura di Treviso anche il 32enne che dovrà rispondere di acquisto di cose di sospetta provenienza. La refurtiva, recuperata dai militari e del valore di circa 10mila euro, è stata restituita ai legittimi proprietari. Era stata ceduta all'intermediario per 500 euro. A incastrare la coppia un controllo notturno dei carabinieri: durante l'identificazione, infatti, vicino all'auto dei due era stata notata una vite. Un fatto che ha indotto i militari, una volta ricevuta la denuncia del furto, a ritenere che quei giovani potessero essere i "colpevoli". Portati in caserma, hanno vuotato il sacco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento