menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladri al vivaio: scappano coi soldi, ma i titolari prendono la targa. Indagini in corso

È successo venerdì mattina da Loris Toso a Spinea: gli intrusi si sono nascosti apettando il momento giusto per agire, poi sono fuggiti a bordo di una Fiat Punto

Giubbotti pesanti e cappuccio tirato sopra la testa, ma volti scoperti: così appaiono i ladri entrati in azione venerdì mattina da Loris Toso a Spinea, all'incrocio tra via Asseggiano e via Rossignago. Sono stati immortalati dalle telecamere, oltretutto alla luce del sole, quindi è stato facile ricostruirne le mosse. Così come le indagini potrebbero essere agevolate dalla prontezza di riflessi della figlia del titolare, che è riuscita a segnarsi per intero il numero di targa dell'auto su cui gli intrusi sono fuggiti.

Tutto è successo nel giro di pochi minuti: i due si sono introdotti furtivamente nell'attività di vendita piante (ma lì si trova anche l'abitazione dei titolari) alle 10.38. Hanno atteso il momento più propizio nascondendosi tra i vegetali, poi hanno attraversato il portico e sono entrati in casa: in cucina non c'era nessuno, perché in quel momento la proprietaria si trovava in taverna. I due ne hanno approfittato e hanno aperto la borsetta della donna, prelevando alcune centinaia di euro dal portafoglio. Poi si sono impadroniti di una macchina fotografica, facendo salire il valore totale del bottino a un migliaio di euro circa. Infine la fuga, alle 10.42.

Solo che mentre se ne vanno venngono notati da Laura, figlia dei titolari: lei li segue brevemente a distanza e li osserva salire a bordo di una Fiat Punto di colore bianco, che sgomma via in direzione di via Rossignago. C'è il tempo di leggere la targa e annotarla, per poi raccontare tutto ai carabinieri. "Fortunatamente mia madre era al piano di sotto - dichiara - Lei non si è accorta di nulla. Noi stavamo seguendo dei clienti nel vivaio, dalle riprese delle telecamere si vede che i due intrusi hanno atteso di avere la via libera. Hanno preso i soldi lasciando là il portafoglio". Le indagini sono state avviate per risalire all'identità dei malviventi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento