menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rete del gas in appalto per fare cassa: il Comune chiede 64 milioni

La Giunta veneziana ha approvato le indicazioni operative per il bando: al gestore subentrante sarà ceduta la parte di rete di proprietà comunale

In ballo ci sono 64 milioni di euro, non proprio bruscolini, ma anche la fornitura di un servizio basilare a una grossa parte della provincia. La Giunta comunale veneziana ha approvato martedì la delibera che stabilisce i termini di una gara di affidamento in concessione del servizio di distribuzione del gas naturale. Contemporaneamente si prende atto delle attività di verifica e di valorizzazione della rete e degli impianti di distribuzione del gas, approvando la relazione del responsabile unico del procedimento in merito.

Al gestore subentrante, che sarà appunto identificato tramite gara, sarà ceduta la parte di rete di proprietà comunale a fronte della corresponsione dell'intero valore economico dell'asset, stimato in circa 64 milioni di euro. Il bando di gara, annuncia l'amministrazione, sarà disposto dalle direzioni Contratti e Lavori pubblici sulla base di alcuni indirizzi specifici: il riconoscimento della piena proprietà comunale della rete, senza alcun riconoscimento economico a favore del gestore uscente; l'ampliamento della partecipazione di potenziali concorrenti, ottimizzando i vantaggi economici per l'amministrazione comunale; la riduzione dei costi per prestazioni di servizi agli utenti finali del gas; l'efficientamento energetico e le positive ricadute di natura ambientale sul territorio.

La partita, però, rischia di complicarsi ancor prima di cominciare a causa di possibili problemi con Italgas, l’attuale gestore della fornitura in città, che potrebbe far ricorso e opporsi alla chiusura anticipata del contratto. Oltretutto ci sarebbe anche una questione legata alla proprietà di parte della rete, acquisita da Italgas nel corso degli anni. La distribuzione del gas dovrà avere un unico gestore per Venezia, Caorle, Cavallino-Treporti, Cavarzere, Chioggia, Cona, Eraclea e Jesolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento