rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Cronaca San Polo / Riva del Vin

Le "befane" si sfidano a colpi di remo (e scopa) in Canal Grande: festa per grandi e piccini

Alla fine venerdì mattina l'ha spuntata sotto Rialto Giovanni Rossi Specenè, della Bucintoro. Dolci, letture, musica e vin brulé per tutti. Eventi anche in piazza Ferretto e in terraferma

Spettacolo in Canal Grande, anche se le befane che si sono sfidate a colpi di remo (o scopa) non erano certo un bel vedere. E' andata in scena venerdì mattina la tradizionale regata che ha visto concorrere gli appartenendi alla più antica società di canottaggio della città, la Bucintoro. Tutti i partecipanti (sia pure alla vigilia falcidiati dall'influenza) si sono presentati travestiti da "maranteghe", pronti a remare il più velocemente possibile per raggiungere il ponte di Rialto, da dove è stata calata l'enorme calza simbolo del traguardo della competizione. Alla fine l'ha spuntata l'atleta Giovanni Rossi "Specène". 

La "regata delle Befane" e gli altri spettacoli (Venezia Unica)

Tutt'attorno è stata festa del remo: c'erano i legni di altre associazioni remiere e c'erano le Pink Lioness sui loro dragon boat. La partenza vicino a Palazzo Balbi. Per molti, però, il traguardo più ambito erano la cioccolata e il vin brulé immancabilmente presenti in riva del Vin per grandi e piccini. Spettacolare il giro del "paleto" a Sant'Angelo, all'altezza del rio di San Polo. Poi il ritorno verso Rialto con arrivo sotto la calza di Rubelli. La festa è poi continuata in Pescheria, dove l'associazione Rialto Mio ha consegnato ai più piccoli le calze della Befana con dolcetti (e forse anche carbone) per i bambini. Il tutto accompagnato dalla lettura di favole e musica. 

In piazza Ferretto, alle 11, invece uno spettacolo comico, satirico e acrobatico, una sorta di versione contemporanea del circo d’altri tempi, anche se trae la sua vera origine dal teatro di strada del XX secolo: lo spettacolo viene replicato anche alle 16. Si tratta de “La Famiglia Mirabella” de il Teatro Viaggiante, di e con Elisabetta Cavana, Edoardo Mirabella e famiglia. Energia, giocoleria, mimo, equilibrismi, danza, teatro, musica sono le componenti di questo evento unico che ha recentemente conquistato un importante riconoscimento, il Premio Takimiri nel 2011 a Monte San Giusto (Mc). Lo spettacolo gioca sull’effetto sorpresa con la comparsa inaspettata di una bici olandese a tre ruote, di monocicli di diverse misure, birilli, palline, musica e di cinque personaggi dai vestiti sgargianti, con cappelli e gilet: sono Edoardo Mirabella, Elisabetta Cavana e i loro figli, Martin, Matilde e Mael. Al ritmo di musica ska, il pubblico si raccoglie intorno ad un susseguirsi di acrobazie ed equilibrismi mozzafiato su rola bola, con hulla hop e giocoleria, e su monocicli e monocicligiraffa. Visual comedy, teatro di strada e coinvolgimento, dove virtuosismo e umanità si fondono in un’inimitabile e unica atmosfera.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le "befane" si sfidano a colpi di remo (e scopa) in Canal Grande: festa per grandi e piccini

VeneziaToday è in caricamento