menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una gara di solidarietà per salvare dall'acqua la "Casa delle Farfalle"

La struttura sanitaria di Portogruaro è stata devastata dal maltempo, ora però sono gli stessi cittadini a giocare in prima linea per rimetterla presto in sesto

Qualcuno ha proposto la donazione di arredi, altri vogliono devolvere denaro, moltissimi sono disponibili ad aiutare, gratuitamente, alla pulizia dei locali. I benefattori sono mamme di pazienti, molti portogruaresi, ma anche sconosciuti da tutta Italia rimasti sconcertati dai danni causati dal maltempo alla “Casa delle farfalle”, ed ora pronti ad aiutare la comunità adibita alla cura dei disturbi del comportamento alimentare.

È una vera e propria gara di solidarietà quella che in questi giorni ha “abbracciato” la struttura dell’Ulss10. Solo su Facebook l’appello di aiuto lanciato dall’associazione “Fenice Onlus” ha superato i quattromila contatti, ma dal giorno dell’allagamento il responsabile della struttura, il dottor Pierandrea Salvo, continua a rispondere per telefono alla solidarietà dei tanti benefattori. “Ringrazio tutte le persone che ogni giorno offrono il proprio aiuto a questa struttura – commenta il direttore generale dell’Ulss10, Carlo Bramezza - Ciò ci riempie di orgoglio perché conferma che l’attività svolta dai nostri professionisti, in questa comunità – alloggio, è stimata sia a livello locale che ben oltre i confini del Veneto. Per tali motivi, in accordo con il responsabile della struttura, è stato deciso di fornire le coordinate bancarie dove convogliare la generosità della popolazione”. Queste le coordinate bancarie: Veneto Banca, Iban IT64 D 05035 61821 095570333469, indicare sulla causale “Donazione - Casa delle farfalle”.

Come già comunicato i giorni scorsi, da una prima stima dei danni serviranno circa 200mila euro per sostituire nove camere da letto, una cucina, altri mobili e suppellettili, porte interne, per rinforzare i muri, dipingere l’intero pian terreno ed altro. Mercoledì, inoltre, verrà individuata una nuova struttura in cui verranno trasferiti i pazienti sino presumibilmente a marzo 2015, la quale dovrà fornire dieci posti letto per i pazienti in comunità e cinque alloggi per pazienti in regime di ricovero diurno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Furgone e cabina dell'Enel in fiamme a Marcon

  • Cronaca

    Addio arancione? Il Veneto vede la zona gialla dal 31 gennaio

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento