menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cinque gatti avvelenati in soli sette giorni, allarme animalista a Jesolo

Segnalazione al corpo forestale dello Stato e alla polizia municipale. Un esemplare ha perso la vita, gli altri sono stati salvati in extremis

Cinque gatti in una settimana avvelenati probabilmente da topicida. Uno degli animali avrebbe pure perso la vita, non riuscendo a sopravvivere alle conseguenze delle sostanze ingerite. C'è grande preoccupazione da parte degli aderenti all'associazione Ada di Jesolo, associazione pe i diritti degli animali, dopo che negli ultimi giorni tre gatti adulti e due cuccioli sono stati affidati loro. Prima gli animali sono stati visitati e curati da un ambulatorio veterinario di via Aquileia, i cui responsabili a loro volta hanno presentato denuncia contro ignoti al corpo forestale dello Stato. Della vicenda, sempre contro ignoti, è stata informata anche la polizia municipale della località balneare.

Cosa sta succedendo? I cinque gatti sarebbero esemplari "di strada", senza quindi un padrone preciso, gravitanti nella zona di via dei Salsi. Lì hanno trovato residenti che periodicamente danno loro da mangiare, controllando che stessero comunque bene. Nel giro di una settimana, invece, ben cinque esemplari uno dietro l'altro hanno presentato pesanti sintomi da avvelenamento. Al punto, come detto, che uno di loro è pure deceduto.

E' probabile che quindi il terreno circostante sia stato disseminato da qualcuno di veleno per topi, che potrebbe risultare fatale non solo per i gatti ma anche per i cani che dovessero per caso ritrovarsi a scorrazzare nei campi dell'area. Non si sa infatti per ora gli animali dove abbiano ingerito il topicida, ma il fatto che a finire dal veterinario siano solo gatti che si muovono in un perimetro ristretto non può che preoccupare i residenti: "Per l'ultimo dobbiamo aspettare ancora 24 ore per capire se è fuori pericolo - dichiarano gli aderenti all'associazione Ada - mentre i due cuccioli fortunatamente sono guariti e siamo anche riusciti a trovare qualcuno ch si prenderà cura di loro". Il timore, però, è che la lista di episodi simili possa aumentare a breve di ulteriori preoccupanti episodi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento