menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il gelo e la neve non mollano la presa: a Mestre e hinterland sparsi più di 450 quintali di sale

Interventi anche in provincia, soprattutto nel Portogruarese e nel Sandonatese. Fin dalla prima mattinata di lunedì è scattato il piano predisposto da Città metropolitana e Comune

L’amministrazione comunale di Venezia e quello della Città metropolitana, già alle prime luci dell’alba di lunedì, sono intervenute attivando il “Piano neve” per limitare i disagi alla cittadinanza al seguito della nevicata che ha coinvolto la terraferma. Un impegno di uomini e mezzi che hanno operato su buona parte del territorio, in particolare Mestre, Dolo, Scorzé, Noale, Martellago, il Portogruarese e il Sandonatese.

A Mestre e hinterland 450 quintali di sale

Per quanto riguarda l'area comunale di Venezia, sono stati impegnati, dalle 7.30 alle 12.30, sei mezzi spargisale, che hanno sparso oltre 400 quintali di sale, e un mezzo spalaneve lungo la viabilità carrabile della terraferma. Per quanto riguarda la viabilità pedonale sempre della terraferma, hanno operato dalle 8 alle 15 una quarantina di operatori Veritas, che hanno messo in sicurezza la viabilità pedonale con l'impiego di 50 quintali di sale, sparsi anche grazie all'utilizzo di 3 automezzi e di 3 carrelli. Per il centro storico e le Isole non sono stati necessari interventi.

Interventi nel Miranese, Portogruarese, Sandonatese

La neve, abbondante, ha investito alcuni comuni della Città metropolitana di Venezia, dove gli operatori metropolitani si sono mobilitati dalle 7.30 per spargere complessivamente 80 quintali di sale. Nello specifico, nella zona di Mestre-Mirano-Dolo-Scorzè-Noale sono stati sparsi complessivamente 20 quintali di sale: operazione che ha coinvolto due squadre di operai con due mezzi spargisale e altre 6 ditte esterne con ulteriori 10 mezzi con spargisale a lame. Nella zona del Portogruarese sono stati sparsi complessivamente 40 quintali di sale, coinvolgendo tre squadre di operai con tre mezzi spargisale e altre 6 ditte esterne con ulteriori 8 mezzi con spargisale a lame. Infine, nella zona del Sandonatese sono stati sparsi complessivamente 20 quintali di sale grazie al lavoro di due squadre di operai con due mezzi spargisale e altre 8 ditte esterne con ulteriori 15 mezzi con spargisale a lame.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento