menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigonovo apre i suoi "confini" all'Europa: arriva l'ok al gemellaggio con la città maltese

Mercoledì sera in Consiglio l'ok al "matrimonio" con Birgu (o "vittoriosa"). Si tratta di una formula per incentivare la coesione europea, aumentando le possibilità di accesso a fondi Ue

Vigonovo si gemella con la città maltese di Birgu (o "Vittoriosa"). Il nome è certo di buon auspicio e si spera possa esserlo anche per il paese della Riviera del Brenta. Mercoledì sera, in Consiglio comunale, il "matrimonio" sarà ufficiale. Non si tratta di sola apparenza: la formula del gemellaggio rappresenta infatti la stipulazione ufficiale di un'unione tra due o più comunità con lo scopo di cooperare in diversi settori, come il sociale, l'economia, il commerciale, la cultura o l'educazione.

Il tutto sotto l'egida dell'Aiccre, l'Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa. Si tratta di una sorta di alleanza "dal basso" per favorire l'integrazione europea, sulla base delle linee guida del programma "Europe for Citizens". D'ora in poi si cercherà di costruire uno spazio condiviso per lo scambio di conoscenze e valori. Con progetti condivisi, inoltre, aumentano le possibilità di accedere a fondi europei altrimenti preclusi nell'ambito del "Programma Europa per i cittadini". "La città di Birgu ha manifestato la volontà di gemellarsi con Vigonovo - dichiarano dall'amministrazione comunale - Accogliamo con gioia quest'opportunità. Stiamo pianificando il progetto, tanto più che esistono affinità culturali e storiche con il territorio veneziano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento