rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Traffico di rifiuti pericolosi e furti di rame, altri due indagati a San Donà

La polizia ferroviaria di Portogruaro continua l'indagine per scoprire tutti i responsabili del "mercato nero" di materiali di scarto in provincia

Continua l'indagine sul traffico illecito di rifiuti e materiali industriali tra San Donà e Portogruaro. Dopo che, nelle scorse settimane, gli agenti della polizia ferroviaria hanno portato alla luce le operazioni illegali compiute da una ditta del Sandonatese, ora si aggiungono altri due nomi all'elenco degli indagati.

DITTA DI SAN DONÀ NEI GUAI PER TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTI PERICOLOSI

IN SOSPESO - Nel corso di uno dei sequestri del 27 maggio scorso non erano state vagliate le posizioni dei passeggeri dei furgoni sequestrati alla ditta finita sotto accusa, che alla luce degli accertamenti esperiti, risultano adesso indagati in concorso con il conducente. Sono finiti pertanto nei guai con l’accusa di gestione illecita di rifiuti pericolosi, T.H. classe 1984 moglie del primo indagato e proprietaria del veicolo sequestrato e E.Y. classe 1977 fratello del conducente, tutti residenti ad Annone Veneto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di rifiuti pericolosi e furti di rame, altri due indagati a San Donà

VeneziaToday è in caricamento