rotate-mobile
Cronaca Castello / Arsenale

Tra Buffon e "maxicichettate" Venezia si mostra "pimpante" ai divi del mare

Alle 13 in via Garibaldi tavolata per 600 persone con i piatti della tradizione lagunare. Poi regata con le barche di vela al terzo fino a San Giorgio. Alle 19 l'arrivo in Arsenale del portiere

Oltre alla regata sui "topi" due i clou della giornata di lunedì tra gli eventi dell'America's Cup: uno culinario e uno più "vipparolo-calcistico". Verso le 19, infatti, ha fatto finalmente capolino su un gommone assieme al team Oracle Gianluigi Buffon, portiere della Juventus fresca campionessa d'Italia e della Nazionale. Il tam tam si era susseguito dal primo pomeriggio, quando dall'organizzazione era arrivato l'annuncio della visita del numero 1 bianconero. Subito si è formata una piccola folla di tifosi e curiosi, pronti per un autografo o una foto. Sperando di poter stringere la mano al proprio beniamino. Buffon si è fermato una mezz'oretta, per poi "sfuggire" ai microfoni della stampa.

Gianluigi Buffon ospite del team Oracle (©TM News Infophoto)

L'altro momento cruciale di contorno alle regate è stata la "maxicicchettata" per 600 persone in via Garibaldi, con molti assessori di Ca' Farsetti presenti e tutti i team gomito a gomito alla scoperta delle prelibatezze della cucina veneziana. L'iniziativa, organizzata dalla Ascom, oltre che molto coreografica, ha permesso a 80 osterie della città di mettere in mostra i propri manicaretti. In riva Sette Martiri, a pochi metri di distanza, gl yacht delle celebrità accorse per assistere alle regate dei prossimi giorni.

La "maxicicchetata" per 600 in via Garibaldi (©TM News Infophoto)

Ma, come detto, anche oggi si è regatato. E lo si è fatto in maniera "retrò". Alle 14, infatti, si è partiti da piazza San Marco a bordo delle barche di vela al terzo. Cinquantadue i partecipanti alla competizione, con nove natanti che ospitavano skipper e rappresentanti dei team dell'America's Cup. Dopo una prima partenza annullata, i tradizionali scafi di legno veneziani sono partiti alle 14.40 e sono saliti controvento verso l’isola di San Servolo, effettuando poi un giro di boa all’ingresso del canale dell’Orfano, per infine giungere in volata di fronte a San Giorgio. La gara è terminata alle 16, come da bando di regata.

L'America's Cup arriva "in volata" nel Bacino di San Marco

Il "meglio" lo hanno dato la Marcantonio, con gli uomini di Luna Rossa Piranha e la Borin con Oracle Spithill, protagoniste di uno spettacolare scontro a inizio gara.

Le immagini della prima giornata in Arsenale dell'America's Cup

La barca di vela al terzo vincitrice over all della regata è stata Tabasco di Lobetti Bodoni Guido dell’associazione Vela al Terzo Venezia. Astemio, con a bordo Max Sirena di Luna Rossa, si è classificata prima della categoria E, ed è stata l’unica imbarcazione con a bordo uno degli skipper di America’s Cup ad arrivare in tempo. Le barche arrivate al traguardo sono state 16, di cui tre squalificate perché partite in anticipo.

 

LA  "VOLATONA" DI FRONTE A PIAZZA SAN MARCO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra Buffon e "maxicichettate" Venezia si mostra "pimpante" ai divi del mare

VeneziaToday è in caricamento