rotate-mobile
Cronaca

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: la sensibilizzazione a Venezia

Il Comune coordina su impulso della presidenza del Consiglio comunale la campagna "Libere dalla Violenza". L'auditorium dell'M9 ha ospitato la Maratona dell'associazione “Mestre Mia”. Videomessaggio del sindaco Luigi Brugnaro

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: tanti gli eventi di sensibilizzazione sul territorio del Comune di Venezia. La città è in prima linea nella lotta alla violenza di genere, con tante iniziative di sensibilizzazione promosse in occasione della Giornata internazionale Onu contro la violenza sulle donne, che ricorre il 25 novembre. Il Comune, inoltre, coordina su impulso della presidenza del Consiglio comunale la campagna "Libere dalla Violenza", con numerosi appuntamenti.

In mattianata al Padiglione Rama dell'ospedale dell'Angelo di Mestre l'assessore alla Coesione sociale Simone Venturini ha partecipato all'incontro promosso dall'Ulss 3 dal tema, "La violenza sessuale sulle donne: un percorso per la presa in carico e il sostegno". Iniziativa organizzata dal dottor Pier Luigi Righetti, psicologo dell'Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale dell'Angelo, che ha visto confrontarsi sanitari, operatori sociali, forze dell'ordine ed esperti legali.

Sul canal Grande è andato in scena il flash mob che ha dato il via alla presentazione del progetto "I Muri del Silenzio" di Mjriam Bon e Giusy Versace. Dieci gondole hanno sfilato con altrettante immagini in bianco e nero per aprire una riflessione sulla cortina di silenzio che avvolge le storie di abuso e sopruso. Le foto sono state poi esposte a Ca' Farsetti, dove la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano ha illustrato l'iniziativa.

In serata, a Mestre, altri due appuntamenti con la presenza di Damiano. Al Tennis Club l'aperitivo in rosso è stata occasione per un dibattito dal tema "Storia di una violenza raccontata e di un messaggio di speranza". Mentre in piazzale Candiani la presidente del Consiglio comunale ha preso parte al flash mob della sede di Venezia della Croce Rossa Italiana dal titolo "Ci dai una mano per combattere la violenza?": un telo bianco è stato colorato dalle impronte delle mani dei partecipanti, per manifestare il no alla violenza contro le donne.

L'auditorium dell'M9 ha ospitato invece la Maratona promossa dall' all'associazione ?Mestre Mia?, in collaborazione con lo stesso Museo del ?900, col Comune di Venezia e il suo Centro Antiviolenza. Anche il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha voluto partecipare, con un videomessaggio. «Nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne ? ha sottolineato il primo cittadino lagunare ? voglio per prima cosa rivolgermi agli uomini. Noi uomini dobbiamo davvero dare una mano concretamente, non soltanto a parole per combattere questa piaga: non soltanto in questi convegni ma dobbiamo essere presenti in strada, essere presenti nelle famiglie, essere presenti nelle scuole prima di tutto con il nostro esempio».

«È impensabile che si possa continuare ad avere delle ragazze che sono costrette a nascondere quasi la propria femminilità per la paura di essere aggredite per strada. Ma poi c'è un tema anche all'interno della famiglia. Dobbiamo ripartire dalle scuole, combattendo il bullismo. E poi le varie conseguenze di queste azioni, che tante volte sono anche velate, ma poi diventano bulimia, diventano anoressia, diventano violenza. Per non parlare poi di gesti estremi che sono i femminicidi, che sono addirittura aumentati».

Alla maratona hanno preso parte, per il Comune di Venezia, anche il vicesindaco, Andrea Tomaello, la presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, gli assessori Paola Mar, Elisabetta Pesce, Francesca Zaccariotto, il comandante generale della polizia locale, Marco Agostini, i presidenti delle Municipalità di Mestre Carpenedo, Favaro e Chirignago Zelarino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: la sensibilizzazione a Venezia

VeneziaToday è in caricamento