rotate-mobile
Cronaca

Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down a Mestre

Sabato e domenica i ragazzi e i volontari Aipd saranno a Mestre, Venezia, Mirano e Noale per dimostrare di essere pronti alle sfide della vita

Più occasioni per essere messi alla prova, per dimostrare le proprie competenze, la propria capacità di cavarsela da soli nella vita quotidiana, a scuola, al lavoro, nello sport: è questa l'esigenza più forte delle persone con sindrome di Down, alle quali, anche quest'anno, è dedicata la “Giornata nazionale delle persone con la sindrome di Down”, in programma sabato 12 e domenica 13 ottobre, in oltre 60 città italiane. L'iniziativa è stata presentata venerdì a Mestre con una conferenza stampa alla quale sono intervenuti Sandro Simionato, vicesindaco e assessore comunale alle Politiche sociali, Silvia Bologna e Francesca Pinto, rispettivamente presidente e coordinatrice della sezione di Venezia Mestre dell’Associazione italiana persone Down onlus (Aipd), e Carlo Del Favero, rappresentante dei ragazzi.

L'APPUNTAMENTO - La Giornata, promossa dalle oltre 70 associazioni riunite nel Coordinamento nazionale delle Persone con Sindrome di Down, ha l'obiettivo di sensibilizzare e informare la cittadinanza per rimuovere i pregiudizi e i luoghi comuni che ancora accompagnano queste persone, e promuoverne l'integrazione nella società, in particolare nel mondo della scuola e del lavoro. Gli stand dell’Aipd saranno presenti, dalle ore 9 alle 18, anche a Venezia, in campo Santo Stefano (sabato pomeriggio e domenica mattina) e in campo San Polo (domenica); a Mestre, in piazzetta Coin (sabato e domenica), piazza Carpenedo (domenica mattina), e nei centri commerciali Auchan (all'interno del negozio Deichmann) e Sme (sabato); e, in provincia, a Noale e a Mirano. I volontari e i ragazzi dell'Aipd distribuiranno materiale informativo e, a fronte di un contributo minimo di 5 euro, un “messaggio di cioccolato”, prodotto artigianale realizzato con cacao del commercio equo e solidale.

?I COMMENTI -  “Garantire pari opportunità - ha concluso Simionato – significa offrire a tutti l'opportunità di mettere a frutto le proprie capacità e potenzialità. Le persone con disabilità e le loro famiglie sono oggi molto più consapevoli di un tempo dei propri diritti, allo studio, al lavoro, alla formazione, al voto: è necessario allora abbandonare stereotipi e atteggiamenti pietistici nei confronti di queste persone e operare quotidianamente, come Aipd fa da anni, perché questi diritti possano essere esercitati realmente.” Per saperne di più visita il sito dell'Aipd nazionale e quello della sezione di Venezia Mestre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata nazionale delle persone con sindrome di Down a Mestre

VeneziaToday è in caricamento