Cronaca

Crea celebra tutte le vittime del terrorismo, un torneo per ricordare

Sabato, dopo la cerimonia e la messa in memoria di chi si è sacrificato per i più alti valori civili, ci sarà anche lo spazio una sfida di calcio a cinque

Sabato 19 ottobre, una giornata dedicata ai valori della legalità e della libertà, chiude l’annuale manifestazione che, gemellando idealmente Houston e Venezia, ricorda agli Italiani di ogni dove chi ha sacrificato la propria vita per quei valori. Un’iniziativa che si è rinnovata quest’anno con la presenza di personaggi e nomi di alto valore spirituale e simbolico. Sono stati insigniti di una pergamena del Ctim, consegnata loro dal segretario generale Menia, il padre di Matteo Vanzan, caduto a Nassirya, ed il figlio di Lino Sabbadin, Adriano, ribadire come il senso profondo del ricordo stia proprio nel far rivivere ogni giorno i valori e gli ideali che hanno trasmesso uomini ed eroi silenziosi di cui l’Italia è piena. Occasioni come queste, non debbono essere formali o rituali, ma vive ricche di passione morale e civile, per le testimonianze delle famiglie distrutte e segnate dai terribili anni di piombo, sul grido di giustizia e verità che viene dalle stesse.

L'INIZIATIVA - La manifestazione, supportata dal patrocinio di Regione Veneto, Provincia Venezia, e comuni di Verona, Venezia, Stra, Dolo, Santa Maria di Sala, Salzano, Mirano e Spinea, e il patrocinio morale dell’associazione “Cavalieri di San Marco”, giunge a conclusione di una indovinata iniziativa sportiva, un torneo di calcio dedicato alla memoria delle vittime del dovere e del terrorismo. “Un calcio ad un pallone”, si è detto, per rafforzare l’impegno di tutti coloro che hanno responsabilità pubbliche ad operare sempre in piena e condivisa unità di intenti, per far sì che la coesione istituzionale sia la barriera più forte e sicura contro le insidie che gravano sulla nostra società, dalle più piccole forme di illegalità fin alle più gravi aberrazioni del terrorismo.

GLI ORARI - Il Centro Studi Europa e l’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria –sezione Venezia -, organizzano in chiusura del primo torneo di calcio a cinque, in memoria delle vittime del terrorismo, una messa in onore di tutti i caduti, la cerimonia si terrà alle 15.30 presso la parrocchia di Crea a Spinea,oltre alle famiglie delle vittime (Vanzan, Sabbadin e Santoro) presenzierà alla cerimonia una delegazione dei Cavalieri di San Marco, dalle 17 inizio finali, alle 18, la finalissima “Vecchie Ossa Venexia –VS –Polizia Penitenziaria Venezia”, alle 19 premiazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crea celebra tutte le vittime del terrorismo, un torneo per ricordare

VeneziaToday è in caricamento