menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'autobus era diretto a Mirano

L'autobus era diretto a Mirano

Improvviso forte odore sull'autobus Un collasso, arrivano i pompieri

Accertamenti sui gas di scarico e sistema di aerazione sul pullman Actv, ma è probabile sia stata una fialetta o qualche sostanza illecita

Quando sono arrivati i soccorsi gli altri passeggeri hanno parlato di un improvviso strano odore che a un certo punto si è impadronito di una zona dell'autobus. Qualcosa di preoccupante: tant'è vero che un giovane di 24 anni di Spinea ha accusato subito dopo un malore ed è stato trasportato dagli operatori del 118 al pronto soccorso di Mirano per accertamenti. Trambusto verso le 10.30 di giovedì in via Roma a Spinea su un pullman Actv diretto a Mirano, quando alcune persone a bordo chiedono all'autista di fermare la corsa del mezzo. Un giovane stava molto male, tanto che sembrava avesse addirittura perso i sensi. 

Subito il conducente ha arrestato la marcia alla fermata e ha aperto le porte, allertando il 118. Sul posto i sanitari hanno stabilizzato il ragazzo e l'hanno accompagnato in ospedale, mentre a stretto giro di posta è intervenuto anche il nucleo Nbcr (nucleare, biologico, chimico, radiologico) dei vigili del fuoco di Mestre. Tutti i passeggeri sono stati fatti scendere e hanno aspettato l'arrivo del bus successivo, mentre i pompieri hanno azionato le loro strumentazioni per cercare di capire quale sostanza avesse potuto causare il malore del giovane. Le apparecchiature (ma le porte aperte non hanno certo giovato alle analisi) non hanno rilevato alcunché di fuori norma, ma gli accertamenti sull'autobus continueranno almeno fino al pomeriggio in officina Actv a Mestre. Serve infatti escludere l'ipotesi che ci sia stato qualche problema inerente ai gas di scarico o all'impianto dell'aria condizionata, quindi saranno effettuati esami specifici. 

Intanto della vicenda si stanno occupando anche i carabinieri, visto che è possibile (se non probabile) che il ragazzo possa avere assunto qualche sostanza illecita. Solo il responso dei medici su questo punto potrà fugare eventuali dubbi. Secondo i camici bianchi il 24enne sarebbe stato effettivamente vittima di una improvvisa "sincope". Al vaglio anche l'ipotesi che possa essere stato sparso il contenuto di una fialetta maleodorante, di quelle che si usano a Carnevale. Stavolta però lo scherzo, se di scherzo si tratta, è stato decisamente di cattivo gusto. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento