menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La sua ex gli strappa i vestiti e gli danneggia l'auto, poi spedizione punitiva dei genitori

Trambusto giovedì pomeriggio a Chirignago. Una 20enne se la prende con un 24enne che si rifugia in casa di una collega. Poi giungono i famigliari di lei, che vogliono "entrare"

Non si sarebbe limitata a strappargli letteralmente i vestiti di dosso, ma gli avrebbe danneggiato anche l'auto. Poi, a dare man forte a una 20enne di Marghera, sono arrivati anche padre, madre e due "alleati", e il diverbio piuttosto acceso si è tramutato nel rischio di una spedizione punitiva. E' accaduto verso le 18 di giovedì a Chirignago, non distante dalla centrale piazza Vittorino da Feltre. Già in mattinata pare che i due protagonisti della vicenda (20 anni lei, 24 lui), ex fidanzati, avessero avuto un battibecco con la richiesta di intervento delle forze dell'ordine.

Nel tardo pomeriggio il secondo round, ben più preoccupante. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, sarebbe stata la giovane donna ad alzare le mani nei confronti dell'ex compagno, per motivi evidentemente legati alla loro relazione ormai chiusa. I due avevano avuto anche un bambino. Lei è una furia, lo vede in auto con un'altra donna. Gli avrebbe strappato gli abiti e poi la sua rabbia si sarebbe concentrata anche sull'auto di lui, che ha riportato segni "inequivocabili" del passaggio della 20enne, di origini rom. A quel punto il giovane decide che è meglio rifugiarsi da qualche parte. Lì vicino c'è l'abitazione di una collega di lavoro. Chiede "ospitalità", prima che sia troppo tardi.

Il 24enne intuisce infatti che di lì a poco sarebbero arrivati i "rinforzi". Alla fine ci si ritrova con 5 persone fuori dall'abitazione della donna che suonano insistentemente per riuscire a entrare e il 24enne che non ci pensa per niente ad avere un incontro ravvicinato con i suoi interlocutori. I residenti, intanto, avvertono la polizia. Le urla e le minacce vengono udite distintamente, e lo stallo rimane per più di un'ora.

Almeno due le volanti intervenute per cercare di tenere sotto controllo una situazione che sarebbe potuta diventare esplosiva. Il giovane, infatti, sarebbe stato "scortato" dagli uomini in divisa fino a casa, per evitare che ci fossero ritorsioni. Il livello di attenzione è rimasto ai massimi livelli fino a sera, per il timore che, dopo il primo round della mattinata, il secondo del tardo pomeriggio, non ci fossero anche i "tempi supplementari". Il 24enne non ha comunque necessitato dell'intervento del 118: hanno avuto la peggio i suoi vestiti e la sua auto. Tutti i protagonisti della vicenda sono stati identificati. Al vaglio l'eventualità di denunce, se non altro per danneggiamento nei confronti della 20enne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento