Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Maxi controlli dei carabinieri: giovane ventenne sorpreso a spacciare a Mestre

Il veneziano è stato denunciato dopo la perquisizione domiciliare. Trovati 70 grammi di marijuana. Un 38enne trovato con eroina e metadone. Cinque automobilisti ubriachi al volante

Maxi controlli negli ultimi giorni da parte dei carabinieri di Mestre, che hanno portato a 9 denunce e diversi sequestri. I servizi sono stati organizzati soprattutto nelle zone calde di Mestre, specie nel quartiere Piave, ma anche a Marghera. Molti accertamenti sono stati condotti anche in borghese, anche con il supporto delle unità degli uomini del Quarto Battaglione dei carabinieri "Veneto". In primis nelle maglie dei controlli è finito un ventenne veneziano sorpreso in possesso di stupefacenti.

Giovane con la droga

Il giovane, controllato da una pattuglia dopo essere stato notato gettare a terra qualcosa alla sua vista a Mestre, è stato trovato in possesso di uno spinello di marijuana e di quasi 70 grammi dello stesso stupefacente. Sequestrate 6 confezioni pronte per essere vendute. Il ventenne aveva con sé anche due grossi "sassi" di hashish per un totale di 10 grammi, oltre che un bilancino di precisione e 225 euro, contante con ogni probabilità provento di spaccio. La successiva perquisizione domiciliare nella vicina abitazione ha permesso di requisire altri tre involucri contenenti quasi 30 grammi di marijuana. Al termine degli accertamenti il giovane è stato denunciato. 

Informatico con l'eroina

Altra denuncia per un 38enne di origini abruzzesi ma domiciliato a Mira. L’insospettabile informatico è stato controllato e trovato in possesso di 2 grammi di eroina, che salgono a oltre dieci se sommati alla droga trovata dopo la perquisizione in casa. Requisiti anche due flaconi di metadone. Oltre al sequestro, in questo caso si attende l’esito delle analisi per stabilire se l’eroina sequestrata abbia un principio attivo elevato da poter risultare letale.

Le altre denunce

Durante queste operazioni, i carabinieri hanno denunciato quattro automobilisti per guida in stato di ebrezza, ai quali si aggiunge una donna della Riviera del Brenta, la quale – manifestatamente ubriaca tanto da non tenere la strada alla guida dell’auto – si è rifiutata di sottoporsi all'alcoltest, incorrendo così nella sanzione più grave e nel sequestro dell’auto. "In fumo" in totale cinque patenti. Segnalati anche due tossicodipendenti, un italiano e un cittadino romeno, che si trovavano in via Felisati a Mestre nonostante il foglio di via. I militari hanno poi recuperato 5 grammi di marijuana nascosti in una cassetta postale privata di via Castelli a Marghera, con ogni probabilità il tentativo di disfarsi della droga prima che fosse troppo tardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi controlli dei carabinieri: giovane ventenne sorpreso a spacciare a Mestre

VeneziaToday è in caricamento