rotate-mobile
Cronaca Lido / Riviera Santa Maria Elisabetta

Ubriaco fradicio perde cellulare e portafoglio, si inventa una rapina

Un 19enne del Lido è finito nei guai dopo aver chiamato il 112 il 5 aprile scorso raccontando di essere stato aggredito al distributore di sigarette

Ubriaco fradicio perde chissà dove il portafoglio e il cellulare e, preda dei fumi dell'alcol, pensa bene di inventarsi una rapina. Per giustificarsi del fatto che non riusciva più a ricordarsi dove diavolo avesse appoggiato i suoi oggetti personali. Non ci è voluto molto ai carabinieri della stazione del Lido per capire che la testimonianza fornita dal 19enne faceva acqua da tutte le parti. Il 5 aprile scorso, infatti, di sera, il ragazzo ha chiamato il 112 segnalando di essere stato rapinato mentre era intento ad acquistare un pacchetto di sigarette al distributore automatico, nei pressi di piazzale Santa Maria Elisabetta.

All'arrivo dei militari ha spiegato che a un certo punto un bandito solitario lo aveva aggredito alle spalle, derubandolo di cellulare e portafoglio. Gli investigatori hanno iniziato a compiere degli accertamenti, ma subito sono emerse delle incongruenze a livello cronologico (oltre che logico). Messo con le spalle al muro, al giovane non è rimasto altro che confessare di essersi inventato tutto in una notte di follia. Per lui inevitabile una denuncia per simulazione di reato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco fradicio perde cellulare e portafoglio, si inventa una rapina

VeneziaToday è in caricamento