Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Ubriachi, molesti o senza sensi: settimana di sbronze "pesanti" tra i giovanissimi veneziani

Numerosi gli episodi segnalati nel corso della scorsa settimana, in tutti i casi, oltre all'intervento del 118, si è reso necessario anche quello delle forze dell'ordine

Appena adolescenti alle prese con sbronze colossali. È stato un weekend di Pasqua all'insegna degli eccessi per molti giovanissimi del Veneziano, per una tendenza, quella di bere fino all'ubriachezza molesta, sempre più diffusa. E gli eccessi, spesso e volentieri, finiscono in episodi fuori dalle righe, fin troppo. Come riporta il Gazzettino, l'ultimo episodio in ordine di tempo vede come protagonista un ragazzino in via Fratelli Bandiera a Marghera, nell'area di servizio Erg. Attorno alle 5 di mattina, un automobilista che passava di lì ha lanciato l'allarme al 118, il giovane era fuori controllo, in preda ai fumi dell'alcol. I sanitari del Suem hanno dovuto richiedere anche l'intervento della polizia per sedare in sicurezza il giovane e riconsegnarlo alla madre.

Sbronza da superalcolici

È invece di qualche giorno prima l'episodio che vede protagonista un 15enne di Oriago. Venerdì sera gli amici del giovane hanno dovuto contattare contattato i suoi genitori, lui completamente ubriaco dopo aver alzato troppo il gomito. La donna ha chiesto anche l'intervento dei carabinieri per verificare se il bar avesse o meno somministrato al figlio gli alcolici, visto il divieto di farlo ai minori di 18 anni. Mercoledì sera, verso le 19, i militari dell'Arma sono stati invece allertati per quella che sembrava un'aggressione sessuale a Zianigo: due giovani sopra ad una ragazzina. Un falso allarme: i due, infatti, stavano cercando di far rinvenire l'amica che aveva ecceduto con i superalcolici. Faticava a parlare e sembrava incapace di riconoscere chi le stava intorno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriachi, molesti o senza sensi: settimana di sbronze "pesanti" tra i giovanissimi veneziani

VeneziaToday è in caricamento