menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Giro d'Italia omaggia il Veneziano con l'arrivo di tappa a Jesolo

Presentato ufficialmente venerdì mattina il traguardo nella città balneare. Il "gruppo" il 22 maggio attraverserà gran parte della provincia di Venezia

La corsa rosa mancava da Jesolo dal 2009, quando il Giro d'Italia aveva fatto partire la seconda tappa della sua novantaduesima edizione.

Ora la "corsa più dura del mondo nel Paese più bello del mondo" vedrà nuovamente Jesolo protagonista. Il 22 maggio infatti, la città balneare ospiterà la 13a tappa, tutta veneta, con partenza da Montecchio Maggiore in provincia di Vicenza e arrivo in via del Bersagliere davanti al Pala Arrex. 153 chilometri di pianura con un finale che vedrà scontrarsi gli sprinter più forti che ci saranno in gruppo (GUARDA IL PERCORSO). Mark Cavendish, che nel 2009 arrivò secondo dietro ad Alessandro Petacchi proprio nella tappa che era partita a Jesolo, ha già segnato con il cerchio rosso la 13a tappa.

La presentazione della tappa veneziana, che toccherà anche le province di Vicenza e Padova, è avvenuta venerdì mattina. "L’arrivo di tappa del Giro d’Italia è un appuntamento sportivo che la città di Jesolo ha tanto inseguito e voluto – ha detto il sindaco Valerio Zoggia -. Essere sede d’arrivo per una tappa della corsa “Rosa” che una delle manifestazioni sportive più conosciute e seguite al mondo, rappresenta per noi un grande orgoglio. Un momento al quale cercheremo di dare tutto il supporto e la visibilità necessaria e per il quale la macchina comunale si sta impegnando molto".

Il Giro d’Italia edizione numero 98 inizierà il 9 maggio a Sanremo e finirà il 31 maggio a Milano. 3500 km per 21 giorni di gara e trovare il successore di Nairo Quintana, vincitore dell’edizione 2014.

"Jesolo ha vissuto più volte arrivi e partenze della corsa Rosa – ha aggiunto Moreno Argentin, ex campione del mondo di San Donà e componente del Comitato di tappa - Il Giro rispecchia l’evento sportivo che riesce a trasmettere no  solo gesti tecnici ma anche espressione del territorio. Tecnicamente il percorso è pianeggiante e sarà pane per velocisti, ma i territori attorno sono la nostra Rubaix, non abbiamo il pavè ma abbiamo gli sterrati".

Il 22 maggio quindi, dopo la partenza da Montecchio, il plotone toccherà Vicenza, Piazzola sul Brenta e quindi entrerà in provincia di Venezia transitando per Santa Maria di Sala, quindi Mirano, Spinea, Mestre e via verso Tessera, Portegrandi, deviazione sulla Treviso Mare, transito per Musile e San Donà e quindi il passaggio ad Eraclea prima di arrivare a Jesolo via Cortellazzo.

Il percorso cittadino prevede invece che la carovana dei corridori entri per via Colombo. Verrà poi percorsa la zona Pineta in via Oriente e si inizierà la fase conclusiva di avvicinamento all’arrivo passando per via Albino Luciani e via Martin Luter King dirigendosi quindi verso la rotonda Picchi. Di qui il via alla volata in via del Bersagliere.

180 emittenti televisive collegate da tutto il mondo, più di 120 radio, 1200 giornalisti al seguito, il Giro d'Italia farà scoprire a tutti le bellezza del territorio veneziano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Domenica di sole: assalto a Venezia, specie alle isole

  • Cronaca

    Trovato il corpo carbonizzato di una persona a Chioggia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento