"Global campus visual contest"

Per il terzo anno consecutivo il Global Campus of Human Rights organizza un concorso al fine di creare importanti sinergie tra il mondo accademico e quello artistico, tale da facilitare la diffusione delle tematiche inerenti i diritti umani utilizzando mezzi quali la fotografia e, da quest’anno, anche brevi video.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo: "Per il terzo anno consecutivo il Global Campus of Human Rights organizza un concorso al fine di creare importanti sinergie tra il mondo accademico e quello artistico, tale da facilitare la diffusione delle tematiche inerenti i diritti umani utilizzando mezzi quali la fotografia e, da quest'anno, anche brevi video. L'idea di un "Visual Contest" sui diritti umani nasce dalla volontà di creare un network di artisti, intellettuali e professionisti, uniti dall'impegno per il rafforzamento di una cultura dei diritti e per il sostegno alla democrazia e alla pace. Il tema della competizione di quest'anno è "memoria e riconciliazione" . La memoria e la percezione del passato hanno un impatto diretto sulla creazione del presente; spesso nei paesi che escono da un conflitto o da un passato traumatico di violenze si generano ricordi contrastanti e memorie selettive che diventano facilmente strumentalizzabili. Il GC Visual Contest vuole essere uno spazio di discussione e riflessione sul tema della memoria individuale e collettiva, all'interno del quale cercare di capire quali sono le condizioni per la verità e il perdono, e come si può da esse partire per costruire una società improntata al rispetto dei diritti umani. Ed è proprio su questo tema - che dovranno ragionare i partecipanti con le loro foto e video, sottoposte alla selezione di una giuria eccellente, composta tra gli altri da: Giles Duley, fotoreporter britannico noto a livello internazionale, Poulomi Basu, fotografa documentarista e giornalista, Isabelle Gattiker, direttore dell'International Film Festival and Forum on Human Rights di Ginevra e Denis Curti, direttore di STILL e direttore artistico della CASA DEI TRE OCI di Venezia. Il Contest si rivolge a fotografi professionisti e amatoriali, provenienti da ogni parte del mondo, senza limiti di età, sesso e nazionalità. Il bando sarà aperto dall'1 maggio al 30 giugno. Questa iniziativa è finanziata dall'Unione Europea ed ha il patrocinio del Centro di Informazione per le Nazioni Unite (UNRIC). Sito web: www.globalcampusvisualcontest.org Si può seguire il visual contest attraverso l'hashtag #GlobalCampusVisualContest su Facebook, Twitter, LinkedIn, Google + e Instagram. Per avere maggiori informazioni e/o richiedere interviste: pressoffice@eiuc.org"

Torna su
VeneziaToday è in caricamento