Cronaca

Ai domiciliari, continua a perseguitare la ex: arriva il Gps sul braccialetto elettronico

La polizia ha applicato a un uomo un dispositivo che consente di localizzarlo e di intervenire più rapidamente

Era già agli arresti domiciliari, con braccialetto elettronico. Una misura che gli era stata imposta a causa delle continue persecuzioni nei confronti della ex compagna. Ciò nonostante, ha continuato con lo stalking sia verso la donna che verso le persone a lei vicine: minacce, telefonate, messaggi, e in qualche occasione è persino uscito di casa per raggiungerla nella sua abitazione. 

Una situazione che ha portato a un aggravamento della misura restrittiva nei suoi confronti. Nei giorni scorsi, gli agenti del commissariato di Marghera e della divisione anticrimine di Venezia hanno applicato al braccialetto un dispositivo di controllo a distanza integrato con il sistema di costante monitoraggio GPS “antistalking”. Questo consente di monitorare la posizione dell'uomo e, in caso di avvicinamento alla vittima o ai luoghi da questa frequentati abitualmente, di far scattare un allarme che consente l’immediato intervento delle forze dell’ordine.

«La necessità di contrastare il fenomeno della violenza di genere sempre con maggiore efficacia e celerità, necessità l’adozione di strumenti appropriati - spiegano dalla questura -, da utilizzare in relazione alle singole circostanze per tutelare al meglio le vittime e la questura di Venezia, in questo frangente, è sempre in prima linea per garantire che ciò avvenga nel migliore dei modi».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai domiciliari, continua a perseguitare la ex: arriva il Gps sul braccialetto elettronico
VeneziaToday è in caricamento