Tempesta e grandine: alberi caduti, barche alla deriva e infiltrazioni

Problemi a Venezia soprattutto a Dorsoduro e alla Giudecca per la bomba d'acqua di lunedì. Tronchi in strada tra Mestre, Zelarino e Scorzè

La grandinata a Venezia

Non c'è stata solo la grandine, che ha causato comunque danni soprattutto per il fatto di avere fatto "da tappo" in centro storico determinando diversi allagamenti (poi si è aggiunta anche l'acqua alta in piazza San Marco). Nella serata di lunedì hanno fatto capolino anche una pioggia impressionante e un vento molto forte che ha spirato soprattutto tra Venezia e Mestre, oltre che sul litorale. Fortunatamente non ci sarebbero stati grossi danni anche dopo che la tempesta era passata lasciando lo spazio al sole.

VENEZIA IMBIANCATA DALLA GRANDINE

I problemi principali in laguna come in terraferma sono stati costituiti dalle infiltrazioni d'acqua nei palazzi (specie in centro storico) e dagli alberi caduti sulle strade. Messi ko da folate di vento impetuose. I problemi principali a Venezia si sono registrati nel sestiere di Dorsoduro e alla Giudecca, con diversi interventi anche dei vigili del fuoco per controllare possibili emergenze. Il clou delle chiamate tra le 20.30 e le 21.30, quando la tempesta è stata più violenta.

A Mestre e dintorni invece sono caduti poco meno di una decina di alberi: tra via Borsi, una laterale di viale Garibaldi, via Bosco Costa, Zelarino, ma anche via Verdi a Scorzé e pure lungomare Marconi al Lido, forse il punto dove la grandinata è stata più pesante. Problemi per un tronco finito in carreggiata anche a Giare di Mira.

In laguna disagi per una imbarcazione andata alla deriva nel sestiere di San Marco verso le 22 e per un piccolo pontile per imbarcazioni che si è staccato da fondamenta Serenella a Murano. Ad acquazzone svanito martedì mattina ci si è accorti che il vento aveva completamente divelto la staccionata di un cantiere alla Giudecca, mentre per tornare in terraferma identico problema si era verificato nella nottata in via Forte Marghera.

PROTEZIONE CIVILE AL LAVORO - In aiuto ai vigili del fuoco sono intervenute tre squadre di volontari di protezione civile: due a Pellestrina (appartenenti al gruppo comunale di Pellestrina San Pietro in Volta ) e una al Lido (appartenente al nucleo protezione civile locale).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento