Ca' Foscari conquista due assegni "ERC": i vincitori reclutati come nuovi professori

I vincitori, che hanno scelto l'ateneo veneziano come sede della propria ricerca, sono Enrica De Cian, economista, e Emiliano Fiori, studioso di letteratura cristiana antica

L’Università Ca' Foscari Venezia ha vinto due nuovi ERC Starting Grant, per la prima volta come host institution, cioè come ente scelto dai ricercatori come sede della propria ricerca, ottenendo un finanziamento complessivo di quasi 3 milioni di euro. I vincitori sono l’economista Enrica De Cian ed Emiliano Fiori, studioso della letteratura e del pensiero cristiani antichi, che diventeranno professori associati a Ca’ Foscari, ateneo che ha attivato un programma dedicato, Brain Gain, per l’attrazione e lo sviluppo di talenti. 

L'European Research Council ha diffuso giovedì i risultati della selezione 2017, alla quale hanno concorso i progetti di 3085 ricercatori, valutati da commissioni di esperti indipendenti di livello internazionale. In questo "torneo" della ricerca europea hanno superato le due fasi della selezione e sono stati finanziati 406 progetti proposti da ricercatori di 48 nazionalità, per un investimento complessivo di 605 milioni di euro. In Italia sono stati finanziati 19 progetti, tra i quali i due a Ca’ Foscari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"IL FRUTTO DI APERTURA ALL'ESTERNO"

"Ca' Foscari oggi raggiunge un altro importante traguardo nel programma Brain Gain che punta ad attrarre nel nostro Ateneo i migliori ricercatori - ha commentato il rettore, Michele Bugliesi - Siamo felici di dare il benvenuto a Enrica De Cian ed Emiliano Fiori, i due giovani vincitori di finanziamenti ERC starting grant che a Ca’ Foscari svilupperanno la propria ricerca in ambiti strategici della nostra attività scientifica.  È un ottimo risultato, frutto delle politiche di apertura all'esterno perseguite negli ultimi anni, e di un lavoro di squadra che ha valorizzato la nostra capacità di essere attrattivi, preparati ed efficaci nel supporto di progetti di ricerca nell’ambito di competizioni internazionali così prestigiose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Scoperto un traffico di ragazze schiavizzate e costrette a prostituirsi in strada

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

  • Si masturba affacciato alla finestra, denunciato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento