Mamme e gravidanze indesiderate: "La legge vi tutela, c'è il progetto 'culla segreta'"

Il direttore generale dell'Ulss 4, Carlo Bramezza: "La nostra azienda sanitaria da anni, in collaborazione con i consultori, ha avviato questo progetto. I bimbi vengono subito adottati"

"La legge italiana tutela la donna per tutta la gravidanza, anche riconoscendole la possibilità di partorire in anonimato in ospedale". A parlare è il direttore generale dell'Ulss 4, Carlo Bramezza, all'indomani della notizia del ritrovamento di un neonato tra i rifiuti. La scoperta sabato pomeriggio in uno stabilimento di Musile di Piave. 

Progetto "culla segreta"

"Di fronte all’orrore emerso in questi giorni - dichiara - è bene ricordare che da vari anni l’Ulss 4 ha attuato un progetto lanciato dall’istituto Santa Maria della Pietà per il sostegno delle maternità complesse dal punto di vista sociale, denominato 'Culla segreta'". La specifica normativa permette infatti alla donna che deve partorire di essere seguita non solo dal punto di vista sanitario ma anche psicologico e sociale, garantendo al nascituro non riconosciuto alla nascita una pronta accoglienza in una famiglia adottiva. Alla madre verrà assicurato tutto il tempo necessario per riflettere sulla scelta che intende effettuare. I servizi deputati ad accogliere, ascoltare e sostenere le scelte della donna, sono in particolare i consultori familiari. All’Ulss4 “Veneto orientale” il consultorio ha attivato oramai da anni il progetto in stretta sinergia tra il servizio territoriale e i reparti ospedalieri di ostetrica - ginecologia e pediatria dov’è disponibile materiale informativo multilingue.

"Contattate l'ospedale o il consultorio"

“Lancio quindi un appello a tutte le future mamme che dovessero avere dubbi nell’affrontare la nascita di una nuova creatura - conclude Bramezza – contattate e affidate i vostri dubbi ai servizi consultoriali o ai reparti ospedalieri che vi accoglieranno, vi ascolteranno e vi aiuteranno a trovare la soluzione più consona al vostro problema, garantendo l’anonimato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento