Guasto al riscaldamento a scuola, studenti in parte redistribuiti

Il Comune ha già provveduto a effettuare un sopralluogo alla primaria Ugo Foscolo di Mira, anche con la ditta che dovrà intervenire. Al momento tre classi (due quinte e una quarta) trasferite alle medie

Istituto comprensivo Luigi Nono Mira via Toti, Google Maps

Impianto di riscaldamento fuori uso alla scuola primaria Ugo Foscolo di Mira Taglio: il guasto ha interessato la parte dello stabile dove sono disposte le aule, perciò al momento tre classi (due quinte e una quarta) saranno trasferite alla secondaria di primo grado Leopardi (e torneranno alla mensa della Foscolo per il pranzo), mentre le 5 classi al pian terreno saranno redistribuite nelle aule lasciate vuote, in quella di religione e in un’altra da ridefinire. Questa riorganizzazione durerà circa un mese. Il Comune ha già provveduto ad effettuare un sopralluogo anche con la ditta che dovrà intervenire a breve. 

La circolare

«Si informano i genitori che le classi in oggetto saranno spostate dal 9 gennaio 2020 per urgenti motivi di manutenzione straordinaria all'impianto di riscaldamento», recita la circolare diffusa l'8 gennaio dalla dirigente scolastica Ilaria Finotti. «Gli insegnanti accoglieranno i bambini in entrata con le solite modalità e li accompagneranno nei locali della scuola secondaria. L'uscita avverrà come di consueto consegnando i bambini ai genitori o a chi delegato nel piazzale antistante la scuola Ugo Foscolo. Resta invariato anche servizio di trasporto scolastico».

La riparazione

«È necessario rifare l'impianto - si legge in un commento - sostituirlo urgentemente, dato che la situazione è così grave che non si può semplicemente riparare (era appena stata fatta una riparazione che ha comportato l'inutilizzo di alcune aule per circa un mese). L'impianto è ancora quello originale anno 1970 (sono stati cambiati solo i caloriferi), ormai di fatto non permette più riparazioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento