Guerra per il decoro all'Accademia, arrivano i profili "anti lucchetto"

Martedì mattina una serie di interventi sul ponte per mettere i bastoni tra le ruote ai venditori abusivi e ai turisti che deturpano il centro storico

Foto pagina "I nostri msegni puliti e splendenti"

Vita dura per i venditori di lucchetti dell'amore, o almeno si tenta di rendere loro la vita più difficile. Martedì mattina il ponte dell'Accademia è stato interessato da alcuni lavori per inserire nei giunti metallici del corrimano alcuni profili in acciaio in grado con la propria presenza di rendere inutilizzabili i lucchetti di dimensioni ridotte. Quelli che vanno per la maggiore tra i turisti che intendono lasciare in città un pegno del proprio amore deturpando il ponte.

Vedremo se ora i venditori, che adeguano la propria offerta alla domanda, cambieranno tipologia di mercanzia. Servono infatti lucchetti di dimensioni superiori per riuscire a posizionarne qualcuno. Ma, va da sé, lo spazio sarà forzatamente inferiore. Insomma, è possibile che con questa strategia gli acquirenti prreferiscano lasciar perdere, al posto di rischiare evoluzioni ben più complesse rispetto al passato per inserire il proprio lucchetto.

Tanto più che l'amministrazione ha introdotto delle multe concepite ad hoc per colpire anche chi acquista la ferraglia. Contravvenzioni dalle somme piuttosto basse e per questo immediatamente spendibili dal turista colto in fallo. Se poi questi profili in acciaio sortiranno l'effetto voluto lo si vedrà nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento