rotate-mobile
Cronaca Dolo

Guida Peugeot sequestrata e non assicurata, finge malore della figlia: bloccato a Dolo

Sceso dalla vettura l'autista 56enne di Noventa Padovana cercava di confondersi tra i passanti nel parcheggio dell'ospedale civile della Riviera. Identificato dalla polizia locale

La polizia locale di Noventa Padovana in collaborazione con i colleghi della Riviera del Brenta hanno intercettato e fermato un 56enne noventano, nell'area dell'ospedale civile di Dolo (Venezia) mentre cercava di confondersi tra i passanti, fingendo un malore della figlia. Era alla guida di una vettura, una Peugeot 207, risultata sotto sequestro e priva di assicurazione.

L'auto era stata intercettata prima a Noventa Padovana, al confine con il comune di Stra, e poco dopo a cavallo tra i territori di Fiesso d'Artico e Dolo, nel Veneziano. Il conducente, alla vista degli agenti, con una manovra repentina cambiava direzione di marcia dirigendosi prima verso gli impianti sportivi del Comune di Dolo e poi in direzione del parcheggio dell'ospedale Civile.

Una volta lasciata l'auto sul parcheggio dell'ospedale, il conducente e gli altri occupanti (due donne rispettivamente moglie e figlia), sperando di farla franca, si dirigevano a piedi verso il pronto soccorso simulando un improvviso malessere della minore.

Gli agenti, che lo seguivano da alcuni chilometri, dopo averlo individuato tra i passanti, lo hanno fermato e identificato. Nei confronti del conducente è scattata una sanzione amministrativa di 2.855 euro per la guida dell'auto già oggetto di confisca e senza copertura assicurativa. Nei confronti dell'autista è scattato il ritiro della patente e la successiva sospensione da parte della Prefettura. Il mezzo è stato sequestrato. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida Peugeot sequestrata e non assicurata, finge malore della figlia: bloccato a Dolo

VeneziaToday è in caricamento