menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buca il server di posta, e si fa accreditare pagamenti su conti fittizi: hacker denunciato

Le indagini dei carabinieri di Martellago sono iniziate a seguito della denuncia del proprietario di una ditta di materassi di Scorzè. Si era fatto accreditare almeno due bonifici

Genio della frode online. I carabinieri di Martellago, dopo un'accurata attività fatta di accertamenti documentali, analisi di flussi telematici e acquisizione di testimonianze, sono riusciti a fornire alla Procura della Repubblica di Venezia, evidenti elementi probatori a carico di B.M., 41enne originario della Romania, ritenuto responsabile di un'articolata truffa telematica.

Si tratta di un vero e proprio hacker, abile ad aggirare i sistemi di sicurezza delle comunicazioni elettroniche. Come dimostrato dagli uomini in divisa, il primo passo della truffa è stato quello di aprire due conti correnti fittizi intestati a due cittadini stranieri attraverso documenti d’identità falsificati: ad un olandese del 1980 e ad un francese di un anno più giovane. La mossa successiva è geniale: l’uomo infatti è riuscito a “bucare” il server della posta di una nota azienda di produzione di materassi di Scorzè, prendendo in questo modo il controllo della corrispondenza commerciale, riuscendo a farsi accreditare sui due conti correnti aperti una somma complessiva di oltre 2mila euro.

Dopo aver modificato i contenuti di alcune email delle aziende fornitrici, sostituendo i codici iban forniti per le transazioni commerciali con quelli dei propri conti, il romeno è riuscito a farsi accreditare i pagamenti per le forniture. A seguito dell'avvenuta transazione il denaro veniva subito prelevato dai conti, che rimanevano a saldo zero dopo pochi minuti.

Accortosi della truffa a seguito delle proteste delle aziende fornitrici che di fatto non avevano ricevuto i pagamenti, l’imprenditore ha sporto denuncia  ai carabinieri, che dopo le indagini di rito sono riusciti a ricostruire le mosse del romeno, resosi irreperibile e denunciandolo in stato di libertà per frode informatica, sostituzione di persona e uso di atto falso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento