rotate-mobile
Cronaca Castello / Riva degli Schiavoni

Restauro Danieli, Cgil e Uil: «Lavoratori messi in ferie e nessuna convocazione dalla società»

Zambon e Vitulo: «L'abbiamo appreso dalla stampa». Circa 200 i dipendenti che con il termine della gestione Marriott il 10 gennaio, troveranno al loro rientro il 14 febbraio una situazione nuova

Chiuso per restauro, l'hotel Danieli di proprietà del Gruppo Statuto tornerà a riaprire e accogliere i propri ospiti a partire dal giorno di San Valentino, il 14 febbraio come annunciato. «L'abbiamo appreso dalla stampa», commentano la segretaria della Camera del Lavoro di Venezia e sindacalista Filcams Cgil, Monica Zambon e il segretario UilTucs Uil Riccardo Vitulo. Sono circa 200 i lavoratori del Danieli che, con il termine della gestione Marriott il 10 gennaio, troveranno al loro rientro il 14 febbraio una situazione nuova. Come annunciato dall'hotel, dopo lo stop temporaneo di qualche settimana, la struttura opererà come Hotel Danieli e Claudio Staderini, già alla guida dal 1998 al 2012, continuerà a ricoprire il ruolo di general manager.

Dopo un ampio lavoro di restauro durante il quale l’hotel rimarrà aperto, a partire dal 2025 l’hotel entrerà a far parte del prestigioso portafoglio di Four Seasons Hotels and Resorts che oggi comprende Milano, Firenze, il San Domenico Palace a Taormina e un resort di prossima realizzazione in Puglia. Intanto a Venezia, dicono Zambon e Vitulo, i dipendenti sono stati messi in ferie. «Avevamo chiesto un incontro prima della chiusura, anche perché era stato concordato che i lavoratori non avrebbero utilizzato le loro ore retribuite, non è però arrivata nessuna risposta». E ci sarebbe anche il nodo dei 200 euro, come sussidio statale erogato a sostegno dei costi energetici, che gli operatori del Danieli a differenza dei loro colleghi del St. Regis, del Gritti e del JW Marriott Venice, non avrebbero percepito.

«Gli intenti non si sono tradotti in fatti concreti, vorremmo essere convocati», ribadiscono i sindacalisti. La gestione Marriott è terminata e pare non ci sia stato un passaggio di consegne con l'Hotel Danieli rispetto agli impegni sindacali presi con la gestione precedente. Forse tutto diverrà più chiaro una volta riaperti i battenti il 14 febbraio. Intanto sembra non rintraccibile alcun dirigente che possa fornire delucidazioni in merito: Marriott ha terminato e non risponde, Four Seasons arriverà più avanti. «C'è un vuoto nelle relazioni industriali. L'azienda non sta mantenendo fede agli impegni presi e i dipendenti sono stati messi in ferie d'ufficio - spiegano Zambon e Vitulo - Vogliamo essere convocati anche per la ristrutturazione in corso. L'azienda ha chiuso senza concordare neanche le tempistiche».

L'Hotel Danieli, da sempre uno degli alberghi più lussuosi di Venezia, è situato in Riva degli Schiavoni, lungo il Bacino di San Marco, adiacente a Piazza San Marco. L'hotel è composto da tre palazzi risalenti rispettivamente al XIV, al XIX e al XX secolo: il Palazzo Dandolo, in stile gotico veneziano, antica residenza della famiglia Dandolo, il Palazzo Casa Nuova, ex sede della tesoreria, e il Palazzo Danieli Excelsior, inaugurato nel 1951 e completamente restaurato nel 2008 dall’architetto francese Jacques Garcia.

Il Gruppo Statuto possiede e sviluppa hotel di lusso ai massimi livelli del mercato. L'attività del Gruppo comprende anche progetti residenziali e di retail sia a Roma che a Milano, ed è proprietario di alcuni tra i più iconici hotel di lusso a 5 stelle del Paese, tra cui il Four Seasons Hotel Milano, il San Domenico Palace Taormina, e l’Hotel Danieli di Venezia, oggetto di un'importante ristrutturazione. Altri progetti alberghieri sono in fase di sviluppo a Roma, Milano, e Porto Cervo.

Proprio pochi giorni fa, dopo sette mesi di trattative, si è conclusa positivamente la vertenza di un altro hotel storico di Venezia, il Bauer, che si prepara a due anni e mezzo di lavori di ristrutturazione ad albergo chiuso, durante i quali i quasi 180 lavoratori,  nessuno dei quali ha perso il posto, saranno coperti da cassa integrazione e faranno un periodo di formazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restauro Danieli, Cgil e Uil: «Lavoratori messi in ferie e nessuna convocazione dalla società»

VeneziaToday è in caricamento