menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Riva Parisi a Venezia

Riva Parisi a Venezia

Mancano i soldi, il nuovo albergo a "cubo" sul Canal Grande si ferma

Le autorizzazioni ci sono, ma i problemi di liquidità della ditta appaltatrice stoppano i lavori di ampliamento dell'Hotel Santa Chiara. Nel mirino finisce anche il parcheggio interrato del progetto

E' un problema di soldi, non di autorizzazioni. Si riassume in questo modo lo "stato dell'arte" dei lavori al nuovo Hotel Santa Chiara in costruzione a piazzale Roma. Il progetto dell'edificio, che sorgerà proprio all'imbocco del Canal Grande, a pochi metri dal ponte di Calatrava, è stato bersaglio di numerose polemiche, per il fatto che quando sorgerà "ostruirà" la vista sul Canalasso. Non solo. Dopo mezzo secolo di battaglie giuridiche, nel 2009 il titolare della struttura ricettiva, Elio Dazzo, presidente dell'Apt, ha ottenuto dal Tar il permesso a costruire anche un parcheggio interrato di due piani. In pieno piazzale Roma. Circostanza che ha spinto subito il Comune a cambiare il regolamento in modo che non possano più verificarsi situazioni analoghe.

I lavori, però, in questo momento sono fermi. L'azienda appaltante ha problemi di liquidità. Slitta quindi la conclusione degli interventi di allargamento dell'albergo, che si caratterizzerà per una struttura in vetro e acciaio. Ma la domanda che ieri è stata ribadita più volte anche in commissione Edilizia a Ca' Farsetti era: chi ha dato le autorizzazioni? Il via libera al progetto, secondo i tecnici di Ca' Farsetti, è stato dato dalla Soprintendenza e dalla commissione di Salvaguardia. Che fanno il paio con la sentenza a favore di Elio Dazzo del Tar.

Intanto il Codacons chiede che si apra un'inchiesta sull'iter che ha portato ai nulla osta. Polemiche sia sul fatto che in questo modo sorgerà un palazzo moderno sul Canal Grande, sia sui possibili problemi che l'edificio potrebbe determinare alle fondamenta del ponte di Calatrava. Sul punto, però, tecnici e assessore ai Lavori pubblici Alessandro Maggioni hanno rassicurato i componenti della commissione. L'associazione Italia Nostra però non demorde, e ha annunciato iniziative "clamorose" per chiedere che il progetto non vada in porto.
 

IL NUOVO HOTEL SANTA CHIARA: LE POLEMICHE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento