I bambini della scuola primaria di Portegrandi visitano l’ufficio postale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

L’emozione di scrivere e ricevere una lettera vera, di carta. Una lettera che, a differenza delle moderne e-mail si può toccare, conservare e rivedere nel tempo.  E’ questa una delle scoperte fatte dagli alunni della classe quarta della scuola primaria Vespucci di Portegrandi che ieri hanno visitato l’ufficio postale del loro paese.

Nel corso della visita, il direttore dell’ufficio Antonino Malaponti, con impiegati e portalettere, ha spiegato agli alunni come viaggiano le lettere, come funziona un ufficio postale e quali servizi mette a disposizione: risparmio, telefonia, assicurazioni, gli strumenti di pagamento e finanziamento. I 24 bambini di Portegrandi erano accompagnati dalla maestra Catia Scattolin. Molta curiosità anche per Babbo Natale che, come ogni anno, anche quest’anno risponderà ai bambini che gli inviano una lettera.

Torna su
VeneziaToday è in caricamento