rotate-mobile
Cronaca

Musei Civici Veneziani - Finanza, "guerra" sull'imposta non pagata

"Come Fondazione siamo coinvolti nella vicenda come conseguenza del comportamento di qualcun altro, società a cui abbiamo dato in appalto il servizio", conferma il presidente Walter Hartsarich

Alcuni servizi relativi all'offerta dei Musei civici veneziani, come i bookshop o il servizio di sorveglianza notturno, sono al centro di un contenzioso sull'applicazione o meno dell'Iva aperto da una verifica della Guardia di Finanza che potrebbe portare ad una contestazione dell'evasione dell'imposta. L'accertamento da parte dei finanzieri - come riporta la 'Nuova Venezia' - è avvenuto nel giugno scorso. Una verifica, secondo quando si apprende, che sarebbe conseguenza di un controllo riguardante una società che aveva in appalto alcuni servizi per il pubblico prima per conto del Comune di Venezia e poi dalla Fondazione Musei Civici.

"Abbiamo ricevuto la visita della Guardia di Finanza - conferma oggi il presidente della Fondazione Walter Hartsarich, interpellato dall'ANSA - di conseguenza a un accertamento relativo alla passata società, la Venezia Musei, che aveva in appalto dei servizi con un contratto con il comune dal 2004 poi ereditato nel 2008. Noi, nel 2010, abbiamo messo in gara tutti gli appalti, cambiando fornitori per i servizi museali. In sostanza, come Fondazione siamo coinvolti nella vicenda come conseguenza del comportamento di qualcun altro". "Temo - ha aggiunto - che siamo in presenza di una bolla legata a un problema di interpretazione delle norme, ma in ogni caso si tratta di vedere come risolvere la questione. Quello che é certo è che come Fondazione, in un momento di crisi generale, siamo riusciti a registrare nei primi otto mesi dell'anno un incremento degli incassi del 6% a favore di Venezia".
(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musei Civici Veneziani - Finanza, "guerra" sull'imposta non pagata

VeneziaToday è in caricamento