rotate-mobile
Cronaca Scorzè

Malore durante una telefonata, l'amico con cui stava parlando capisce e chiama il 112

Un 57enne di Scorzè colpito da sospetto ictus. Determinante la prontezza dell'interlocutore. Sul posto ambulanza e carabinieri, poi il ricovero in ospedale. Non è ancora fuori pericolo

Colpito da malore mentre parla al telefono con un amico, l'interlocutore capisce tutto e chiama i soccorsi. Protagonista della vicenda è un uomo di 57 anni di Scorzè che martedì sera poco dopo le 20 è stato salvato (ma al momento le sue condizioni sarebbero comunque gravi) dall'intervento dei carabinieri e poi del 118.

L'amico, parlando al telefono con lui, ha intuito che qualcosa non andava. La telefonata si è interrotta, ha tentato di richiamare ma non ha ricevuto risposta. Così ha deciso di allertare il 112. I carabinieri di Scorzè si sono precipitati in casa del poveretto, in via Castellana, e, visto che nessuno apriva alla porta, hanno spaccato un vetro con un tombino per riuscire a entrare nell'abitazione. Dentro hanno trovato l'uomo a terra, in fin di vita.

Sul posto nel frattempo è stata fatta intervenire l'ambulanza, oltre ai vigili del fuoco. Gli operatori sanitari hanno caricato l'uomo a bordo per trasportarlo in ospedale a Mestre, dove è stato operato per un sospetto ictus. Si è scoperto che aveva accusato il malore mentre si trovava all'esterno dell'abitazione, poi era rientrato tra le mura domestiche, collassando. Mercoledì sera è ancora ricoverato all'ospedale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore durante una telefonata, l'amico con cui stava parlando capisce e chiama il 112

VeneziaToday è in caricamento