menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladro "incallito", rubò il tabernacolo nella chiesa ortodossa: 42enne finisce nei guai

I carabinieri lo tenevano sotto tiro da parecchio tempo. Durante la perquisizione domiciliare hanno trovato la refurtiva di furti in negozi, chiese e uffici di San Donà

Lo tenevano d'occhio da parecchio tempo, in quanto era il sospettato numero uno di tutta una lunga serie di "furtarelli" registrati negli ultimi mesi nel centro cittadino di San Donà. A seguito di perquisizione domiciliare, i carabinieri hanno avuto la conferma ai propri sospetti, e hanno denunciato per il reato di ricettazione A.S., italiano residente del posto di 42 anni, con una lunga serie di precedenti alle spalle.

Durante l'ispezione nella sua abitazione, i militari dell'Arma hanno trovato il tabernacolo rubato qualche notte prima nella chiesa ortodossa di via Vizzotto, danneggiato in maniera irreparabile. Ma non solo, in quanto tra le sue refurtive sono stati rinvenuto anche prodotti di bellezza e shampoo di alto valore commerciale rubati a gennaio in un negozio di parrucchieri di via Deledda. Secondo quanto appurato dalle forze dell'ordine, il 47enne si è reso presponsabile di numerosi furti, tutti di piccola entità, anche in esercizi commerciali, studi professionali e edifici pubblici di ogni tipo, tra i quali anche le scuole.

Recidivo. Qualche mese fa, infatti, il ladro era stato trovato in possesso, a seguito di un'ulteriore perquisizione domiciliare, di arnesi da scasso, nonché altri "frutti" del suo lavoro sporco: un calice da una parrocchia comunale, carnet di assegni e cambiali di varie agenzie di assicurazioni, materiale elettronico di vario tipo rubato in una palestra, nonché contante sottratto in scuole e biblioteche.

Nel corso dei raid notturni, il 42enne non si limitava a rubare denaro e tutto quanto potesse avere un valore, ma spesso e volentieri, per assicurarsi la refurtiva, danneggiava in maniera irreparabile e metteva a soqquadro intere strutture (porte forzate, vetrine in frantumi, arredi distrutti). Per lui, inevitabile, la denuncia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento