Actv, il Comune ammorbidisce i rincari: abbonamento a 37 euro

Colloquio tra i gestori della pagina "Sciopero dell'Abbonamento Actv" e il direttore generale Marco Agostini: "Alternative altrimenti scioperiamo"

"Che si cerchino soluzioni alternative al rincaro dei biglietti Actv, altrimenti siamo pronti a scendere per strada e manifestare". Il messaggio è chiaro da parte degli amministratori della pagina Sciopero dell'Abbonamento Actv, che venerdì pomeriggio hanno avuto un colloquio chiarificatore con il direttore generale del Comune di Venezia Marco Agostini. In questi giorni, infatti, si è fatto un gran parlare di rincari dei ticket dei mezzi di trasporto pubblico Actv in virtù dei problemi di bilancio in cui versa il Comune, che a suon di tagli sta tentando di far fronte a una situazione certo non facile. Una situazione che però i pendolari non vogliono pagare:

"Non intendiamo spendere i nostri soldi per colpa di altri - dichiarano gli amministratori della pagina - Rimaniamo fermi nell posizione che non è corretto obbligare le persone a un aumento di fronte a problemi causati da terzi". Secondo le cifre riportate dopo l'incontro con il direttore generale, dunque, a breve gli abbonamenti Actv non dovrebbero più poter contare sulla divisione tra rete lagunare e automobilistica.

Dovrebbe essere tutto unificato, a fronte però di un aumento del costo: l'abbonamento "totale", dunque, dovrebbe passare da 36 a 37 euro (a fronte dei paventati 45 euro), quello per a navigazione da 31 a 37 euro (con in più il servizio automobilistico. I "ridotti" per gli studenti passano da 23 euro a 25 euro, mentre gli isolani dovrebbero pagare 21 euro (con i bus) a fronte degli attuali 14. Il ticket singolo, invece, dovrebbe passare da 1,3 a 1,5 euro. Per gli abbonati la possibilità di utilizzare il people mover gratuitamente.

Per quanto riguarda la qualità del servizio l'amministrazione starebbe studiando la possibilità di posizionare i tornelli anche alle uscite degli imbarcaderi più frequentati. Al vaglio anche l'introduzione di un ingresso separato per residenti e turisti, in modo da agevolare veneziani e pendolari neli spostamenti. "Crediamo però - commentano i gestori della pagina - che sia doveroso prima di applicare qualsiasi aumento continuare a trovare soluzioni alternative che potranno essere proposte da tutti noi per evitare il peggio".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

Torna su
VeneziaToday è in caricamento