Il gruppo Alì e i suoi clienti donano oltre 150mila euro ai Comuni colpiti dal tornado

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Una vera e propria maratona di solidarietà: dall'11 luglio i clienti del Gruppo Alì, facendo la spesa nei Supermercati Alì e Alìper e nelle profumerie UNIX e donando punti con la Carta Fedeltà, hanno raccolto in poco tempo una cifra significativa, che è stata raddoppiata con un contributo diretto dell'Azienda. Così, oggi, il Responsabile Affari Generali di Alì Supermercati Matteo Canella ha incontrato gli amministratori dei tre Comuni più colpiti dal tornado della Riviera del Brenta - Dolo, Mira e Pianiga - ed ha consegnato loro una donazione che ammonta a 150.300€

"E' una piccola somma nel mare nelle reali necessità - ha commentato Matteo Canella a nome di tutto il gruppo padovano della grande distribuzione alimentare - ma è anche un gesto concreto per testimoniare la solidarietà tra cittadini e per dare fiducia, nella convinzione che insieme possiamo fare molto".

Basti pensare che solo nel weekend dell'1-2 agosto sono stati raccolti oltre 30.000€.

In via Ettore Tito, dove Canella ha consegnato 3 assegni da 50.100€ ciascuno al Sindaco di Dolo Alberto Polo, all'Assessora di Mira Orietta Vanin e al Sindaco di Pianiga Massimo Calzavara, i segni della devastazione sono ancora evidenti. La strada, interdetta alla circolazione per pericolo di crolli, è un simbolo della catastrofe che ha colpito duramente le famiglie e le imprese di Dolo, Mira e Pianiga.

Siamo di fronte ad una catastrofe - hanno dichiarato gli amministratori - ma in questi giorni abbiamo assistito ad una vera e propria gara di solidarietà, dove ognuno ha dato il proprio contributo per sistemare i nostri territori. A partire dai volontari, che dalle prime ore dopo il tornado si sono messi all'opera, fino alle aziende del territorio che si sono spese per darci una mano. I nostri cittadini hanno perso tutto e abbiamo il dovere di restituire loro ciò che avevano prima".

"Più volte ci siamo attivati in situazioni critiche, come il terremoto dell'Emilia nel 2013 o l'alluvione nel padovano del 2014 - conclude Canella - i nostri clienti, pur in questi anni di crisi, hanno sempre dimostrato la loro grande generosità. Anche ai Sindaci e agli Amministratori del territorio voglio testimoniare la nostra vicinanza e il nostro sostegno".

Torna su
VeneziaToday è in caricamento